Attentato a Nizza, tre morti. Bonaccini: "Violenza e atti terroristici che nessuna religione prevede o giustifica"

L'aggressore è entrato intorno alle 9 nella basilica Notre-Dame. Il presidente della Regione: "Colpire la Francia è colpire l'Europa, è colpire tutti noi"

Foto FB

"Una violenza e atti terroristici che nessuna religione prevede o giustifica. Colpire la Francia è colpire l'Europa, è colpire tutti noi e la libera, civile convivenza, fondamenta di ogni democrazia". Così il presidente della Regione Stefano Bonaccini commenta la notizia dell'attentato in una chiesa di Nizza che ha fatto tre morti. “Quanto accaduto questa mattina a Nizza è terribile, vittime innocenti di una violenza che lascia sconcertati e atterriti”.

Da quanto si apprende, le vittime sarebbero due donne e un uomo.

“Esprimo profondo cordoglio per le vittime e vicinanza alle famiglie- prosegue Bonaccini -. L’intera comunità regionale dell’Emilia-Romagna si stringe alla città di Nizza, al popolo e alle istituzioni francesi, a cui davvero deve arrivare il sostegno di tutti noi”.

Attacco Nizza cosa è accaduto

L'aggressore è entrato in azione intorno alle 9, nella basilica Notre-Dame nel centro di Nizza, in Avenue Jean-Medecin. 

Una donna è stata decapitata nella basilica. La seconda vittima, un uomo, è stato accoltellato sempre all’interno. La terza, un’altra donna, è stata uccisa mentre tentava di rifugiarsi in un bar davanti alla basilica. Indaga la procura antiterrorismo. Per adesso si tratta di un'inchiesta per omicidio e tentato omicidio.

Alle 15 in tutta la Francia le campane delle chiese suoneranno a lutto: "L'autore dell'attentato, mentre veniva medicato dopo essere stato ferito dalla polizia, continuava a gridare senza interruzione Allah Akbar" ha detto il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, intervistato da BFM-TV: "Non c'è alcun dubbio sulla natura dell'attacco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento