Aumento centri estivi, bando in arrivo: il comune lancia 'campagna di ascolto'

La chiusura delle scuole ha spinto l'amministrazione a estendere la copertura dei centri che animano i bambini durante il periodo estivo

Il Comune di Bologna sta per pubblicare un bando per raccogliere la disponibilità di ulteriori soggetti disposti ad organizzare attività per bambini e adolescenti, in modo da ampliare l'attuale platea dei gestori di centri estivi. L'amministrazione lo rende noto annunciando, contestualmente, l'avvio di un "percorso di ascolto e partecipazione" rivolto ad associazioni, gruppi organizzati o informali, singoli e famiglie sul tema della ripartenza dei servizi.

L'obiettivo è coinvolgere "l'intera comunità cittadina" e in questo modo "ragionare sui servizi per bambini e adolescenti in questa emergenza sanitaria", si spiega nella nota. "Con questo intento, a pochi giorni dell'apertura del bando di iscrizione ai centri estivi 2020, che sarà  pubblicato entro il mese di maggio- assicura Palazzo D'Accursio- e in vista della riapertura delle scuole a settembre, Comune e Fondazione innovazione urbana (Fiu) avviano un nuovo 'cantiere'", all'interno del percorso "Ri-innovare la citta'".

Il percorso è pensato per "raccogliere proposte, idee e posizioni per collegare le scelte e i progetti dell'amministrazione con i bisogni e le domande di servizi dei cittadini", scrive il Comune. "Il tema della condizione dei bambini e degli adolescenti in questa emergenza sanitaria è  al centro delle preoccupazioni di famiglie e istituzioni locali", dichiarano le assessore Susanna Zaccaria (Educazione e Scuola) ed Elena Gaggioli (Politiche per gli adolescenti e la famiglia): "In attesa delle direttive nazionali sulle modalità di riapertura dei servizi, crediamo che sia molto importante e certamente utile un confronto con le cittadine e i cittadini su questi temi".

Ricercare insieme "soluzioni nuove per fronteggiare le nuove possibili disuguaglianze che derivano dalla prolungata chiusura delle scuole e dalle misure restrittive di queste settimane- aggiungono Zaccaria e Gaggioli- ci aiuterà  a produrre politiche più  rispondenti ai bisogni delle famiglie".

Il nuovo spazio di ascolto si svilupperà via web (i contributi potranno essere inviati alla mail immaginazionecivica@fondazioneinnovazioneurbana.it) e sono in programma anche "dialoghi e incontri online con studiosi ed educatori in campo nazionale e internazionale per aiutare le famiglie a comprendere meglio la complessa situazione in cui ci troviamo- scrive il Comune- e per contribuire alla riflessione con sollecitazioni ed esempi per il breve, medio e lungo periodo".

Infine, a partire delle informazioni già  disponibili, sarà avviata una campagna di comunicazione "per mettere al centro le famiglie e chiarire opportunità di contributi e servizi di supporto. L'obiettivo in questa fase- continua la nota- è quello di co-responsabilizzare tutta la città nel supportare progetti e azioni per bambini e adolescenti e per le loro famiglie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questa logica, riguardo ai centri estivi, "è in via di pubblicazione un avviso- segnala l'amministrazione- per raccogliere ulteriori disponibilità di soggetti che intendono organizzare attività estive, per ampliare l'attuale platea di gestori". I risultati che emergeranno "saranno utili per organizzare le opportunità estive e anche per alimentare la riflessione sulla riapertura delle scuole a settembre", conclude il Comune. (Pam/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Dolci e leccornie: 5 imperdibili pasticcerie a Bologna

  • Covid, 3 studenti positivi a Castello D’Argile e a Bologna: coinvolte 49 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento