Aumento contagi Covid e nuovo Dpcm, i locali: "Impensabile il coprifuoco"

Da ambienti di Palazzo Chigi filtra poi l'intenzione di non intervenire sulla restizione serale di bar e ristoranti

In tarda serata sono arrivate le precisazioni informali da palazzo Chigi: non ci saranno nel nuovo Dpcm nuove strette a orari di bar e ristoranti.

Le anticipazioni sul nuovo Dpcm con il quale il governo tenta di frenare la ripresa dei contagi da Covid in Italia avevano mandato in fibrillazione gestori di ristoranti e bar, preoccupati dalla prospettiva di dover chiudere di nuovo anticipatamente.

I presidenti di Confesercenti e Fiepet Emilia-Romagna hanno scritto una lettera l governatore Stefano Bonaccini, invocando un suo intervento.

Obbligo mascherine nel week end, Merola: "Grazie ai cittadini che hanno rispettato l'ordinanza"

"Siamo convinti che il presidente Bonaccini troverà tutti gli argomenti con il Governo per dimostrare come l'aver condiviso con le associazioni di categoria i protocolli regionali abbia dato importanti risultati e come i gestori di bar e ristoranti abbiano seguito in maniera rigorosa le scelte fin qui adottate", scrivono Dario Domenichini e Massimo Zucchini, convinti che la chiusura anticipata "avrebbe un effetto devastante per molte attività della somministrazione che di fatto perderebbero la possibilità di svolgere un secondo turno di lavoro serale e per altre, come pub e osterie significherebbe l'impossibilità di aprire".

Per Zucchini, "ristoranti e pubblici esercizi fino ad ora hanno dimostrato serietà e responsabilità, mettendo in atto tutte le procedure concordate con la Regione per assicurare la salute dei clienti. Oggi a 5 mesi dalla riapertura siamo disponibili a trovare ulteriori forme di garanzia e sicurezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo, "chiudere i locali significa un disastro economico per questo settore già messo a terra dal lockdown", ammonisce il presidente regionale di Fiepet, che, assieme al numero uno di Confesercenti, chiede che nel Dpcm "si lasci alle Regioni la possibilità, attraverso il confronto fra pubblico e privato, della definizione delle ulteriori azioni di contrasto alla pandemia". (Vor/ Dire) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

  • Gianluca Vacchi firma una cashback card: oltre ai benefit, c'è anche un progetto benefico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento