Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Maggiore

Aung San Suu Kyi è cittadina di Bologna

Vestita di chiaro, come sempre con i fiori fra i capelli, è stata accolta con un lungo applauso. Merola: 'Continueremo a seguire la sue lotte con la consapevolezza e l'orgogliodi saperla nostra cittadina'

Vestita di chiaro, come sempre con i fiori fra i capelli, è stata accolta con un lungo applauso prima del saluto di Simona Lembi, presidente del Consiglio comunale bolognese.

Affollata la sala consiliare di di Palazzo D'Accursio per rendere onore al Nobel per la Pace nel 1991. 

Ad apire la seduta straordinaria, la presidente del Consiglio Comunale Simona Lembri, seguita dall'intervento del Professor Gianni Sofri che ha ribadito a Aung San Suu Kyi la sua vicinanza: "Lei non è mai stata sola". 

La presenza a Bologna del Premio Nobel per la Pace nel 1991 Aung San Suu Kyi ''è un evento storico per la città''. Così un emozionato Virginio Merola, ha accolto la leader birmana: ''Sono passati cinque anni dalla decisione del Consiglio comunale'', presa il 15 settembre del 2008, ''di concedere la cittadinanza onoraria di Bologna - osserva Merola - lo fece in piena armonia, con il voto unanime'' dell'assise. ''La sua - ha proseguito il sindaco di Bologna - è una storia di coraggio e determinazione. Noi continueremo a seguire la sue lotte e i suoi successi con tutto il cuore, con la consapevolezza e l'orgoglio - ha chiosato Merola - di saperla nostra cittadina''.

"La mia lotta per la pace e la libertà è una lotta condivisa e questa condivisione mi ha dato la forza di andare avanti'' ha detto il Premio Nobel per la Pace che ha parlato a braccio "mi sono sempre sentita membro di una grande famiglia", quella universale, "essere membro di una famiglia è meglio che essere importante e potente, essere parte di una famiglia è di gran lunga migliore, non mi sono mai sentita sola: quando ho sentito parole sulla mia sofferenza, le ho accolte con grande umiltà, c'è tanta gente che ha sofferto e soffre. Ho semplicemente portato avanti la mia battaglia". Quanto all'Italia, ha sottolineato il Nobel birmano, "il mio amore per l'Italia è tangibile e - ha concluso - la vostra testimonianza lo conferma".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aung San Suu Kyi è cittadina di Bologna

BolognaToday è in caricamento