Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Sottratti due biglietti da 5 euro: condannato a un anno autista BLQ

Accusato ma truffa ai danni dello Stato, ma i suoi legali annunciano ricorso contro una "sentenza scandalosa". I fatti risalgono al maggio 2009

E' accusato di di aver sottratto due biglietti per il BLQ, l'autobus che collega il centro di Bologna con l'aeroporto, per un valore di 10 euro: un'autista 40enne ha rischiato tre anni di carcere ma, infine, è stato condannato a un anno.

I suoi legali annunciano il ricorso contro una "sentenza scandalosa". I fatti risalgono al maggio 2009. I controllori salgono sul Blq e notano che i biglietti di due passeggeri (che vengono emessi direttamente dall'autista a bordo) hanno un numero di emettitrice diverso da quella del conducente. I controllori verificano, inoltre, che i ticket non sono stati neanche comprati sulla corsa precedente del Blq e redigono un verbale sulla vicenda, da cui parte la denuncia di Francesco Sutti, allora presidente di Atc, oggi Tper.

Emerge che la macchinetta da cui provengono i biglietti sospetti non funziona da alcuni giorni, e, come si dice in gergo tecnico, era stata messa "in culla". Peraltro i numeri dei due ticket fanno presumere che questi siano stati emessi molto prima. A concentrare i sospetti sull'autista condannato, poi, il fatto che, dopo la verifica interna, chiese la sostituzione della sua macchinetta.

Il sospetto degli inquirenti è che siano ben più numerosi i biglietti sottratti, anche se la contestazione all'autista è solo per quei due. Ieri e' arrivata la condanna a un anno della corte presieduta dal giudice Gabriella Castore che peraltro riformula anche il capo d'accusa: niente peculato, ma truffa ai danni dello Stato. L'uomo, spiegano gli avvocati, non è un dipendente Tper e dunque pubblico ufficiale, ma di una ditta esterna. (agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sottratti due biglietti da 5 euro: condannato a un anno autista BLQ

BolognaToday è in caricamento