menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In auto il figlio di 5 anni e 16 chili di cocaina pura: fermato sulla A1

Un interruttore collegato all'autoradio, serviva per aprire due vani ricavati sul fondo dell'abitacolo. La cocaina sul mercato avrebbe potuto fruttare 3 milioni

Un pattugliamento lungo l'autostrada, tra Bologna e Modena in direzione nord ha portato all'arresto di un 34enne da parte della Polizia Stradale. 

Gli agenti hanno ispezionato la vettura, una Lancia Musa, e si sono trovati davanti a più di 16 chili di cocaina di ottima qualità. Si tratterebbe, secondo gli inquirenti, di un corriere, incaricato di trasportare la droga dalla Calabria verso il nord. Alla vista dell'auto della Polizia, il 34enne ha dapprima rallentato, poi ha cercato di confondersi tra le altre auto, ma è stato raggiunto e fatto accostare a Castelfranco Est. 

Pulsante collegato all'autoradio

Un interruttore all'interno dell'auto, collegato all'autoradio, serviva per aprire due vani ricavati sul fondo dell'abitacolo, sotto ai sedili anteriori, dove erano stivati 15 involucri di cocaina, per il peso di 16 chili e 150 grammi. La droga era avvolta con nastro da pacchi e poi sistemata in una seconda busta di plastica termosaldata contenente polvere di caffè, probabilmente per nascondere l'odore dello stupefacente a un eventuale controllo dell'unità cinofila. Si tratta di sostanza ad alto tasso di purezza, venduta sul mercato all'ingrosso per di circa 50.000 euro al chilo, ma facilmente stimabile in un valore di quasi 3 milioni una volta tagliata e venduta al dettaglio.

Il bambino affidato alla madre

Mentre il 34enne veniva arrestato, gli agenti si prendevano cura del piccolo bambino, cercando di evitargli il trauma. In poco tempo la madre è scesa da Milano per recuperarlo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento