rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Parte la sperimentazione

Al via l'autotest, Bonaccini: "Già mille adesioni. I cittadini hanno avuto fiducia nello Stato"

Da oggi in Emilia-Romagna parte l'autotest, ossia l'esito del tampone per l'inizio o la fine della quarantena caricato autonomamente sul proprio fascicolo sanitario

Da oggi in Emilia-Romagna parte l'autotest, ossia l'esito del tampone per l'inizio o la fine della quarantena caricato autonomamente sul proprio fascicolo sanitario.

"Siamo partiti oggi e stamattina erano già più di mille persone" ad aver fatto l'autotest, spiega il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, durante un'intervista a "Oggi è un altro giorno" su Rai Uno. Un modo per "dare fiducia ai cittadini che hanno avuto fiducia nello Stato" ma anche uno strumento per "sgravare il lavoro delle Ausl" e per "evitare un calvario burocratico" ai cittadini, semplificando loro la vita, sottolinea il presidente che si dichiara tra chi vuole eliminare "i colori per le Regioni, perchè oggi non hanno quasi più senso. al limite lasciare solo il rosso per i casi più gravi, ma il giallo ormai è uguale al bianco. Cos'è cambiato? Niente".

Al via l’autotesting in Emilia-Romagna, Donini: "Semplifica e riduce la circolazione del virus"

Dopo una prima sperimentazione, durante la quale saranno fatti controlli a campione per verificare la coincidenza del risultato del test rapido con quello molecolare, l’obiettivo della Regione è fare un ulteriore passo avanti, d’accordo con il ministero della Salute: estendere cioè questa modalità anche a coloro che hanno fatto la seconda dose da meno di quattro mesi.  

Chi può fare l'autotesting 

I cittadini che hanno già fatto la terza dose di vaccino anti-covid, in regione circa un milione e 900mila persone. 

Come fare 

Sul FSE è stata creata una sezione "autotesting tampone": si inserisce il numero al di sotto del codice barre presente sulla confezione, lotto e data di scadenza del lotto, e quindi l'esito. Poi si carica l'immagine dell'esito in jpg o png, con data e luogo.

VIDEO | Come funziona l'auto test per inizio/fine quarantena e isolamento: spiegazione passo a passo

La persona che ha avviato la procedura, dopo aver inviato l’esito del test, riceverà il documento di inizio isolamento fiduciario da parte dell’Ausl entro 24 ore. Da questo momento, parte il conteggio che - secondo indicazioni ministeriali - dura 7 giorni per chi ha ricevuto la dose booster.

Trascorso questo periodo, il cittadino può ripetere l’autotest e registrare sul Fascicolo sanitario elettronico l’esito negativo (se così sarà). Dovrà inoltre sottoscrivere una autodichiarazione di assenza di sintomi riconducibili alla fase acuta della malattia (febbre, tosse, rinite, raffreddore) da almeno 3 giorni prima di aver effettuato il test.

Se il test risulterà ancora positivo, sarà possibile fare ulteriori test, sempre in autosomministrazione, nei giorni successivi e trasmetterne l’esito non appena si ottiene un risultato negativo.

L’isolamento, in assenza di sintomi, viene in ogni modo interrotto dall’Ausl a 21^ giorno dall’esecuzione del primo test positivo, senza necessità di ricorrere a ulteriori test.

La lista dei tamponi per autotesting

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via l'autotest, Bonaccini: "Già mille adesioni. I cittadini hanno avuto fiducia nello Stato"

BolognaToday è in caricamento