rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Tamponi e covid

Al via l’autotesting in Emilia-Romagna, Donini: "Semplifica e riduce la circolazione del virus"

Possono effettuarlo i cittadini che hanno già fatto la terza dose di vaccino anti-covid. Donini: "Quella categoria di persone più prigioniera delle procedure amministrative che della clinica in sé stessa". Qui la lista dei tamponi per autotesting

Una "sperimentazione importante, che si inserisce da un lato nella semplificazione per quello che riguarda le procedure amministrativo-burocratiche, dall'altro anche in una effettiva potenzialità per ridurre la circolazione virale. Più tamponi si fanno più è possibile scoprire i positivi asintomatici". Lo ha detto l'assessore regionale alla politiche per la salute, Raffaele Donini, nel corso della conferenza di presentazione dell'autotesting, ovvero il servizio che sarà operativo da mercoledì 19 gennaio, quando i cittadini emiliano-romagnoli, dopo aver effettuato un tampone rapido, attraverso il Fascicolo sanitario elettronico - FSE - potranno comunicare l'esito, iniziare o terminare l'isolamento. 

"Ci rivolgiamo a una popolazione responsabile - ha detto l'assessore - che si è vaccinata (con tre dosi) non solo per tutelare la propria salute, ma anche la salute degli altri. Quindi a quella categoria di persone più prigioniera delle procedure amministrative che della clinica in sé stessa. Nel caso scoprisse la positività, non entra quindi nel circuito burocratico". 

Questo tipo di tamponi "hanno sicuramente una sensibilità inferiore rispetto al molecolare, ma in una situazione come quella di oggi, con la circolazione del virus altissima, l'utilizzo di questo test con molta frequenza e su grande numero di persone, ha lo scopo di tenere il più possibile sotto controllo la circolazione virale, con il molecolare spesso identifichiamo gli infetti ma non gli infettanti", ha spiegato il professor Vittorio Sambri direttore del Laboratorio di Pievesistina. 

Dopo una prima sperimentazione, durante la quale saranno fatti controlli a campione per verificare la coincidenza del risultato del test rapido con quello molecolare, l’obiettivo della Regione è fare un ulteriore passo avanti, d’accordo con il ministero della Salute: estendere cioè questa modalità anche a coloro che hanno fatto la seconda dose da meno di quattro mesi.  

autotest-3

La lista dei tamponi per autotesting

Chi può fare l'autotesting 

I cittadini che hanno già fatto la terza dose di vaccino anti-covid, in regione circa un milione e 900mila persone. 

Come fare 

"E' molto importante non stracciare il codice a barre presente nella confezione - spiega Donini  che ha dato dimostrazione pratica della procedura effettuando un tampone rapido 'in diretta', . Raccomandiamo a chi ha i sintomi di rivolgersi sempre al medico curante. Da parte nostra - continua l'assessore - faremo anche test campione". 

"L'accesso al FSE con spid dà la certezza del soggetto che accede - spiega l'ingegner Gandolfo Miserendino,  Dirigente presso l'ufficio Reti & TLC del Sistema Informativo Aziendale Ausl".

Sul FSE è stata creata una sezione "autotesting tampone": si inserisce il numero al di sotto del codice barre presente sulla confezione, lotto e data di scadenza del lotto, e quindi l'esito. Poi si carica l'immagine dell'esito in jpg o png, con data e luogo.

VIDEO | Come funziona l'auto test per inizio/fine quarantena e isolamento: spiegazione passo a passo

La persona che ha avviato la procedura, dopo aver inviato l’esito del test, riceverà il documento di inizio isolamento fiduciario da parte dell’Ausl entro 24 ore. Da questo momento, parte il conteggio che - secondo indicazioni ministeriali - dura 7 giorni per chi ha ricevuto la dose booster.

Trascorso questo periodo, il cittadino può ripetere l’autotest e registrare sul Fascicolo sanitario elettronico l’esito negativo (se così sarà). Dovrà inoltre sottoscrivere una autodichiarazione di assenza di sintomi riconducibili alla fase acuta della malattia (febbre, tosse, rinite, raffreddore) da almeno 3 giorni prima di aver effettuato il test.

Se il test risulterà ancora positivo, sarà possibile fare ulteriori test, sempre in autosomministrazione, nei giorni successivi e trasmetterne l’esito non appena si ottiene un risultato negativo.

L’isolamento, in assenza di sintomi, viene in ogni modo interrotto dall’Ausl a 21^ giorno dall’esecuzione del primo test positivo, senza necessità di ricorrere a ulteriori test.

Dal pomeriggio sarà inoltre disponibile un video tutorial sul canale Youtube della Regione Emilia-Romagna.

Tampone rapido antigenico: come farlo e dove acquistarlo online

Tampone fai da te, i fuorisede protestano: "Estenderlo a tutti" 

Vaccinazione bimbi in piazza Maggiore |VIDEO

Isolamento e quarantena, quanto durano in caso di contagio: le nuove regole 

Test di fine quarantena in farmacia. Prima giornata, grande afflusso: "Se ci si muove con responsabilità, reggeremo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via l’autotesting in Emilia-Romagna, Donini: "Semplifica e riduce la circolazione del virus"

BolognaToday è in caricamento