Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Navile / Via Stalingrado

Sui viali e in via Stalingrado auto troppo veloci: in arrivo autovelox fissi

Obiettivo evitare incidenti calmierando la velocità. Scelti due tratti viari - dice Colombo - 'dove l'eccesso di velocità è stata la causa di un'alta percentuale di incidenti, decisamente superiori alla media dell'intera città"

Autovelox fissi in arrivo sui viali e in via Stalingrado. Ad ufficializzarlo oggi l’assessore alla Mobilità Andrea Colombo in sede di question time in Comune. L’obiettivo dell’Amministrazione è quello generale di migliorare e incrementare il  livello  di  sicurezza  stradale  in  due  vie “ad  alta incidentalità”.
“La decisione di montare autovelox su queste due strade – spiega Colombo -  in realtà è nata prima  del progetto della tangenziale della bicicletta, ma è ovvio che la moderazione della velocità del traffico ma  potrà  tornare utile anche per proteggere i ciclisti che a questo punto utilizzeranno sempre più la tangenziale delle bici che stiamo costruendo”.

L'introduzione di questi nuovi dispositivi – avvisa Palazzo D’Accursio - sarà accompagnata da un'adeguata campagna di comunicazione, con la Polizia Municipale ma anche e soprattutto  con  l'installazione  di tutta la segnaletica in particolare di tipo   verticale   prevista   dal  codice  della  strada Il Comune si scrolla di dosso le eventuali accuse di quanti ipotizzano che gli autovelox possano essere una facile e veloce soluzione per rimpinguare le casse attraverso le multe. “Voglio ribadire – precisa Colombo - che  si  tratta  di  progetti  che  noi  mettiamo  in  campo  con l'obiettivo, se fosse possibile, di arrivare a multe zero, questo è il vero traguardo di civiltà, multe zero e quindi infrazioni zero e quindi rispetto dei  limiti  di  velocità  in ambito urbano, tra l'altro stiamo parlando di strade  non  a  30 km orari ma a 50, quindi velocità già abbastanza elevate per  un  ambito  di  tipo urbano particolarmente vissuto.” I nuovi autovelox avrebbero quindi come esclusivo obiettivo, quello di ridurre la velocità dei veicoli  e  così  diminuire  il  numero  di  incidenti  con  morti e feriti determinati  da tale fattore. “Infatti le due strade su cui installarli – precisa ancora l’Assessore -sono state selezionate dall'amministrazione comunale dando priorità ai luoghi in cui  il  superamento dei limiti di velocità determina statisticamente una maggiore  incidentalità  stradale”.

In  base  ai dati Istat del  periodo 2007-2012,  infatti,  l'eccesso  di velocità è stata la causa del 16% degli incidenti  avvenuti  in  viale  Panzacchi  e  del  20%  di  quelli  su  via Stalingrado, percentuali decisamente superiori alla media dell'intera città che  nello  stesso  arco  temporale si è invece attestata sulla percentuale dell'11%.  Nei due assi viari in questione, al superamento dei limiti di velocità   sono   imputabili   decine   di  scontri  frontali  e  laterali, investimenti  di  pedoni,  tamponamenti  e  casi  di fuoriuscita dalla sede stradale.  
“Per questo – chiosa Colombo - abbiamo scelto due strade in cui il tasso di incidenti provocati dal  mancato  rispetto  dei  limiti  di  velocità  è in un caso superiore e nell'altro  addirittura  doppio rispetto alla media cittadina. Sui viali di circonvallazione soprattutto di sera e di notte molti guidatori, sfruttando il traffico ridotto e i lunghi rettilinei premono l'acceleratore ben oltre il consentito”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sui viali e in via Stalingrado auto troppo veloci: in arrivo autovelox fissi

BolognaToday è in caricamento