Imola, le parole di Ayrton Senna illuminano la città

Due frasi del campione brasiliano. “Al termine del periodo natalizio le luminarie, come successo a Bologna, saranno poste in vendita ed il ricavato sarà devoluto in beneficenza"

"I ricchi non possono vivere su un’isola circondata da un oceano di povertà. Noi respiriamo tutti la stessa aria. Bisogna dare a tutti una possibilità" - e ancora "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione per vivere. Sognare è necessario. Anche se nel sogno va intravista la realtà. Per me è uno dei principi della vita". Queste le due frasi di Ayrton Senna, il campione morto all'ospedale Maggiore di Bologna il 1° maggio del 1994, dopo un incidente all'autodromo di Imola, che illumineranno alcune strade del centro cittadino. 

La prima frase sarà installata in via Emilia, verso Bologna, da dopo l’orologio fino al portico della Farmacia dell’Ospedale, la seconda si leggerà in via Appia, dalla Porta verso l’orologio.

Oltre alle due frasi, saranno anche istallate sotto i voltoni dell’orologio due riproduzioni luminose della Ferrari F.1.

Una nuova energia dopo 14 anni di assenza, il ritorno Gran Premio di F.1 a Imola, così il Comune ha condiviso la scelta con Viviane e Bruno Senna, sorella e nipote del campione brasiliano, che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa e dato il via libera all’utilizzo delle frasi, attraverso Claudio Giovannone, ambasciatore europeo della Fondazione Senna.

“Il progetto nasce dal virtuoso esempio della Città di Bologna, che per due anni consecutivi ha permesso l’installazione, in una delle vie più centrali, via d’Azeglio, di luminarie tematiche, dedicate a due canzoni, la prima a Lucio Dalla e la seconda a Cesare Cremonini” spiega Elena Penazzi, assessore all’Autodromo ed al Turismo.

La canzone di Dalla, scritta con le luci di Natale 

“In questo modo vogliamo coinvolgere il centro città nel grande evento della Formula 1 ed al tempo stesso illuminare il cuore di Imola, in maniera totalmente innovativa e attrattiva. Pensiamo, infatti, che questa soluzione possa dare modo ai media di parlare del centro storico di Imola nei giorni della Formula 1, anche attraverso le immagini delle luminarie” aggiunge l’assessore Penazzi.

Inoltre, non certo ultimo, c’è anche l’aspetto legato alla solidarietà. “Al termine del periodo natalizio le luminarie, come successo a Bologna, saranno poste in vendita ed il ricavato sarà devoluto in beneficenza ad associazioni no profit del territorio” conclude l’assessore all’Autodromo e Turismo.

“Illuminare Imola con le frasi di Ayrton Senna, in questo momento così delicato a causa del Covid-19 è un gesto che ci fa guardare al futuro con speranza, ridando lustro e decoro alla città. Non potendosi svolgere manifestazioni o altri eventi, per non creare assembramenti, ci piace comunque dare la possibilità agli imolesi e non solo, di fare una passeggiata in centro per ammirare le scritte, seguendo ovviamente tutti i protocolli di sicurezza” afferma il Sindaco Marco Panieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento