In via Mascarella la prima biblioteca che è anche b&b: "Tutto è nato con una preziosissima eredità"

E' Etta Polico, presidente dell'Associazione Serendippo, a raccontare questo inedito progetto: una biblioteca in cui pernottare, uno spazio per organizzare eventi culturali. Il Carrello dei Libri Vagabondi mette le radici e apre le porte ad appassionati e turisti

Etta Politi

I 'Libri Vagabondi' (questo è il nome della biblioteca itinerante da cui tutto nasce e che a sua volta deriva dall'esperienza della libreria Serendipità) finalmente hanno trovato casa, ed è una casa speciale, un appartamento nel cuore della zona universitaria tutto da condividere, così come i preziosi volumi che risiedono al suo interno (4.250 volumi di cui 1.400 catalogati e tantissime rarità): la definizione quasi esatta potrebbe essere quella di b&b-biblioteca e a raccontare di che si tratta è Etta Polico, presidente dell'associazione Serendippo, che si focalizza sulla cultura dell'Asia e dell'Africa, ma anche su una Bologna contemporanea. 

"Tutto è nato con una preziosissima eredità ricevuta dalla professoressa De Angelis, africanista all'Alma Mater. Un fondo bibliotecario che include anche dei libri molto rari e preziosi e che nel tempo è cresciuto: dopo l'esperienza del carrello dei Libri Vagabondi, che ci ha visti itineranti per la città a proporre cultura e laboratori, e viste le lungaggini burocratiche necessarie per collocare questo tesoro all'interno di una biblioteca nazionale, ecco l'idea! Idea che per essere realizzata ha dovuto attendere che ci fossero le possibilità materiali per farlo, un paio di anni circa"

E adesso finalmente in via Mascarella è comparso il campanello "Primo Piano Interno Sette", l'indirizzo di un luogo nel quale soggiornare nella formula del bed and breakfast e che chiede di rispettare solo due regole (oltre naturalmente al rispetto per i libri): lasciare un saluto e un disegno che rappresenti quello che resta all'ospite dell'esperienza e portare un libro. Il costo di una notte (l'appartamento è perfetto per due ospiti, ma va bene anche per tre) è di 50 euro e di 290 per tutta la settimana, lo si trova sul sito AirB&b. 

"Siamo aperti dal 22 agosto e abbiamo già avuto diversi ospiti - racconta Etta - ma non siamo solo un bed and breakfast: siamo una biblioteca di consultazione e presito (aperta dalle 16.30 alle 22.00 7 giorni su 7) qui si organizzano mostre, incontri settimanali ogni mercoledì e per far parte della famiglia e chiedere di poter utilizzare lo spazio organizzando eventi culturali compatibili con la nostra associazione chiediamo un'iscrizione che è di 5 euro per gli studenti e di 10 per tutti gli altri".

Una cifra irrisoria, ma che serve per alimentare il progetto, che ha potuto contare su tante persone amiche: "Il padrone di casa è stato disponibilissimo e ha fin da subito fatto il possibile affinchè questo sogno di realizzasse, poi una persona che si è appassionata al nostro carrello e che ha dimostrato una grande umanità ci ha donato dei libri e un piccolo finanziamento e poi tutti abbiamo recuperato oggetti e mobili, costruito librerie e ristrutturato un appartamento che non vedeva la luce da tanti anni".  

Ma in quale preciso momento è nata in te questa idea? "Quando Primo Moroni (intellettuale, scrittore e libraio milanese) regalandomi un libro mi disse che bisognava socializzare i saperi senza creare poteri". 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipitato ad Argelato: morto in ospedale il giovane pilota

  • Precipita con l'aereo, morto a 23 anni: chi era la vittima

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Al Maggiore primo intervento al mondo di asportazione di colon e fegato eseguito con robot

Torna su
BolognaToday è in caricamento