rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca San Lazzaro di Savena

Denaro sparito dalla cassaforte: giallo in banca, le indagini portano a un'insospettabile

Gli inquirenti ritengono possa essere stata una donna, all'opera con una tattica in apparenza infallibile

Sono terminate le indagini nei carabinieri attorno alle misteriose sparizioni di denaro contante dalla cassaforte di una nota Banca del centro di San Lazzaro di Savena.

Denunciata per furto aggravato è stata una dipendente dello stesso istituto di credito, una cittadina italiana classe 1966.

Per chi ha indagato è infatti la 56enne la responsabile di un ammanco in cassaforte da 900 euro, che in qualche modo è stato notato dai revisori dei conti interno alla filiale è segnalato alle autorità.

Giallo in banca: le indagini portano a una dipendente

Seguendo una serie di riscontri non ultimo dei quali impianto di videosorveglianza i militari della compagnia di San Lazzaro sono risaliti all'identità della 56enne, una impiegata dell'Istituto, senza precedenti di polizia alle spalle.

Il furto risalirebbe allo scorso ottobre: sarebbe stata la stessa donna a sottrarre al cassiere, unico responsabile dei prelievi della cassaforte, le chiavi per entrare dentro il caveau.

Una volta prelevata la somma la stessa donna avrebbe poi riposto con cura le chiavi nell'alloggiamento, per non destare nessun sospetto ed eventualmente fare ricadere la responsabilità sul collega.

L'ammanco della somma però non è passato inosservato e ha attivato la segnalazione ai militari. Dell'addebito la signora non avrebbe fatto nessun tipo di ammissione così come avrebbe cercato di giustificarsi in alcun modo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denaro sparito dalla cassaforte: giallo in banca, le indagini portano a un'insospettabile

BolognaToday è in caricamento