Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Castel Maggiore

Colpo al bancomat da 35mila euro nel ferrarese: banda inseguita e arrestata

L'allerta è stata diramata alle diverse pattuglie impegnati nei controlli anti-covid. Sei le persone in manette

Un colpo alla Cassa di Cento nel comune di Terre del Reno, ma le gazzelle dei carabinieri, già in strada per i controlli anticovid, hanno permesso di bloccare ed arrestare una banda di bancomattari.

E’ successo questa notte, quando i carabinieri di Ferrara hanno chiamato i colleghi bolognesi per diffondere l'allarme: a bordo di due auto un gruppo di malviventi aveva appena fatto saltare uno sportello nel comune ferrarese. 

Alle pattuglie nel territorio sono stati dati gli estremi per il rintraccio, avvenuto quando le due auto sono state notate mentre stavano tentando di nascondersi nel tunnel di accesso ai garage condominiali di una palazzina di Trebbo, nel comune di Castel Maggiore.

Sottoposti a una perquisizione i sei malviventi, identificati come cittadini italiani, sono stati trovati in possesso della refurtiva, pari a 34.725 euro in contanti, tre congegni esplosivi, comunemente conosciuti come “marmotte”, 2 kg di “Ammonal”, esplosivo composto da nitrato di ammonio, polvere di carbone e polvere di alluminio, maschere per il travisamento, materiale adatto al confezionamento degli esplosivi e chiodi artigianali a quattro punte, utilizzati dai criminali durante la fuga per forare gli pneumatici delle auto delle Forze dell’ordine.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, i sei sono stati trasferiti in carcere, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Le accuse sono di concorso in furto aggravato, fabbricazione, detenzione e porto in luogo pubblico di esplosivi.

20201121 Foto 2 marmotte CC Bologna-2

20201121 Foto 3 maschera CC Bologna-2


Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo al bancomat da 35mila euro nel ferrarese: banda inseguita e arrestata

BolognaToday è in caricamento