menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assalti esplosivi a bancomat, chiesto giudizio immediato per banda di bolognesi

Agivano soprattutto in trasferta ed erano molto organizzati, con basi logistiche e garages. Tre i 'colpi' nel bolognese

Il pubblico ministero Morena Plazzi ha chiesto al Gip di Bologna il giudizio immediato per gli otto membri della banda del bancomat, arrestata a fine maggio dai carabinieri di Bologna con l'accusa di avere messo a segno 12 assalti esplosivi notturni ad altrettanti sportelli del Nord Italia. Tra questi, nell'inverno-primavera 2019 vennero anche assaltati la Emilbanca di Bentivoglio e la Unicredit di via Mattei, con un bottino rispettivamente di 11mila e 23mila euro. Una accusa anche per un colpo tentato ma non riuscito a una filiale bancaria di Bubano di Mordano, nell'imolese.

"Bancomattari" in azione: le immagini dei carabinieri\VIDEO

Per i furti il gruppo, aveva messo in piedi una vera e propria rete logistica, fatta di case sicure e garages di appoggio, noleggiati appositamente. In carcere, a fine maggio, sono finiti otto bolognesi tra i 28 e i 39 anni, alcuni dei quali vecchie conoscenze della 'mala' locale dedita a questo tipo di reati. Le modalità erano quelle di sempre, con un pacchetto esplosivo piazzato nell'erogatore del bancomat e e fatto saltare, per poi entrare nella filiale e asportare i contanti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento