rotate-mobile
Cronaca

Sgominata altra banda del bancomat: colpi anche a Bologna

Le indagini hanno portato all'arresto di due uomini, all'alba di questa mattina. Sarebbero 21 gli assalti portati a termine

21 colpi agli sportelli bancomat del Nord Italia tra marzo 2019 e gennaio 2021 con la tecnica della marmotta, il manufatto esplosivo che viene inserito nell'alloggiamento della banconote. Le indagini condotte dai carabinieri di Udine, con il supporto dei colleghi dei reparti territoriali competenti, hanno portato all'arresto di due cittadini italiani, di 48 e 45 anni, uno residente in provincia di Padova e uno residente in provincia di Treviso che avrebbero agito anche sul territorio dfi Bologna.  L'operazione è scattata all'alba di questa mattina, come riferisce Udine Today

Le indagini

Sono stati 21 gli assalti compiuti, tra il marzo 2019 e il gennaio 2021, ai danni di sportelli di istituti bancari delle province di Bergamo, Bologna, Brescia, Cremona, Monza Brianza, Mantova, Milano, Forlì Cesena, Pordenone, Reggio Emilia, Udine e Verona. In tutto sono stati sottratti contati per un milione di euro circa.

Tra i reati contestati con il provvedimento odierno figurano la fabbricazione e il porto illegale di esplosivi in pubblico, la ricettazione, la rapina aggravata, nonché il furto di tre automobili che sarebbero poi state utilizzate dagli arrestati per compiere gli assalti ai bancomat. Nel corso delle indagini, inoltre, sono stati recuperati oltre 60 mila euro, parte della somma sottratta grazie agli assalti. Erano stati nascosti in una sorta di discarica abusiva. 

Ad agosto, i carabinieri avevano messo al palo 14 soggetti, tutti cittadini rumeni di età compresa tra i 29 ed i 59 anni, tutti gravati da diversi precedenti di polizia, ritenuti responsabili dei reati di furto aggravato, ricettazione e indebito utilizzo e falsificazione di strumenti di pagamento diversi dal contante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgominata altra banda del bancomat: colpi anche a Bologna

BolognaToday è in caricamento