Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Il cinema bolognese raddoppia a Cannes: la giuria sceglie 'Barbara', il corto sulle case chiuse

Dopo il gangster-movie 'The fall of the Marciano family', anche il film del regista e attore bolognese Orfeo Orlando sbarca al Festival

Prodotto dalla bolognese "Barbylando Production" e della Italo-francese "Paris Venice Production", le musiche sono create dai ragazzi del corso di "Fare Cinema: la musica", gli esterni sono stati girati a Bologna, Castelguelfo e Crespellano. La fotografia è di Dennis Ferrara, già regista del gangster movie "The fall of the Marciano family", altro corto felsineo che accompagnerà al Festival di Cannes 2014 "Barbara", lo short-movie ambientato tra il 1940 e il 1958, che racconta l'autodeterminazione di una donna che vende il suo corpo.

La protagonista è Barbara Boldri, quasi al debutto, che "ha dato spessore con la sua ottima interpretazione a tutto il film" dice a Bologna Today il regista e attore bolognese Orfeo Orlando. Per lui è la seconda volta sulla Croisette "ma non ci si fa mai l'abitudine. Non siamo in tanti a Bologna ed è stato un caso eccezionale, lavoriamo insieme con i ragazzi di Arancine (che ha prodotto il gangster movie - ndr) e siamo amici, rara anche la collaborazione tra artisti".

Sono oltre 5.000 le pellicole che arrivano ogni anno a Cannes "ne vengono selezionate un migliaio, a seconda della giuria, nel 2012 sono state circa 30 le italiane, e quando arriva la comunicazione, beh in quel momento ti rendi conto, che ogni tanto i sacrifici, le tante delusioni e amarezze avute dalla vita, vengono in parte (anche se solo in parte) ripagate" continua Orlando, che vedremo a giugno in veste di attore nella fiction dedicata all'anniversario dello scudetto del Bologna del 1964.

"BARBARA". Una donna si racconta il giorno prima della chiusura delle case di tolleranza e l'applicazione della Legge Merlin. Un argomento spinoso, di cui ciclicamente si torna a parlare, ma nel corto c'è "poesia, non ci sono scene di sesso, la recitazione della protagonista è naturale e interpreta una donna molto consapevole del suo lavoro che esercita senza costrizioni". 

Quando e come potremo vedere "Barbara"? Dopo Cannes, seguirà prima di tutto il percorso dei vari Festival di cortometraggi in giro per il mondo, verrà inoltre presentato in alcune librerie di Bologna che già ne hanno fatto richiesta. Successivamente, dopo i vari festival, avrà una una sua collocazione anche sul web.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cinema bolognese raddoppia a Cannes: la giuria sceglie 'Barbara', il corto sulle case chiuse

BolognaToday è in caricamento