Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Barriere incomprensibili a Zola Predosa

'Il marciapiede nuovissimo, un gradino di 30 centimetri per scendere sulle zebre dell'attraversamento pedonale'

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday
CHE INTELLIGENTONI AL COMUNE DI ZOLA !
Zola Predosa è una ridente cittadina nell'hinterland bolognese. Gente schietta come sono in genere gli emiliani davanti a un buon bicchiere di lambrusco, gente aperta al dialogo e al progresso sociale, gente che ha fatto della parola "solidarietà" la propria bandiera, tanto da rappresentare per anni nella rossa Emilia uno dei tanti zoccoli duri del PC prima, del PD adesso. Basti pensare che il sindaco Fiorini è stato rieletto nel 2014 al primo turno con una percentuale superiore al 54%. Dimenticavo: Fiorini è del PD.
Ma veniamo al punto qualificante che più mi interessa in questo momento. Zola è sede di una importante e benemerita associazione di volontariato a favore dei disabili denominata Tuttinsieme, un'associazione iscritta alla Consulta per il superamento dell'handicap della Provincia di Bologna e che partecipa ai lavori dei Tavoli distrettuali per i Piani di Zona. Genitori e Volontari cooperano con l'Amministrazione Comunale in settori specifici come sport, attività produttive, cultura. L'associazione ha aderito nel 2007 al CAD (Comitato Associazioni Disabili) che raggruppa tredici associazioni del territorio provinciale.
Un'associazione dunque molto importante, nata probabilmente dall'iniziativa di qualche genitore con lo scopo di promuovere l'integrazione dei disabili nell'ambito sociale e produttivo della comunità locale.
Ma....in Comune pare che non tutti siano consapevoli delle tradizioni della città, ulteriormente confermate dalla presenza di un'associazione forse unica nel territorio provinciale. Guardate un pò la foto che pubblico: il marciapiede nuovissimo (ricoperto con asfalto nero ancora fresco), un gradino di 30 centimetri per scendere sulle zebre dell'attraversamento pedonale posto su una strada di grande traffico sembrano messi lì apposta per invogliare i disabili ad attraversare in quel punto.
Tanto casino per un marciapiede senza lo scivolo? Sì, cari intelligentoni del Comune: provate voi a mettervi in carrozzina e attraversate la strada proprio lì dove ci sono le zebre! Dite che è impossibile? Credo che abbiate ragione. Io quantomeno, che in carrozzina mi ci trovo da anni, ci ho rinunciato e ho dovuto fare dietro front.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barriere incomprensibili a Zola Predosa
BolognaToday è in caricamento