Cronaca Centro Storico / Piazza Maggiore

San Petronio, fotografarlo costa 2 euro: così si contribuisce al restauro

Per la manutenzione e il restauro della Basilica è stata ideata questa speciale raccolta fondi. Don Oreste Leonardi: "I visitatori che vogliono scattare delle foto all'interno della Basilica danno un piccolo contributo che ci serve per i lavori"

Un braccialetto per poter scattare delle foto con macchine fotografiche e cellulari all'interno della basilica di San Petronio: "Costa due euro ed è un lasciapassare che consente a chi visita la nostra chiesa di portare via con se un ricordo e a noi di raccogliere fondi per il mantenimento ed il restauro della struttura, visto che non sono previsti dei fondi" ci ha spiegato don Oreste Leonardi.

Come funziona? Oltre ad esserci degli avvisi affissi che informano i visitatori della nuova 'autorizzazione-contributo', in prossimità dell'ingresso c'è una persona incaricata a incassare il contributo e a consegnare il braccialetto: "I lavori che dobbiamo affrontare sono ancora molti - continua don Oreste - oltre al tetto per esempio c'è l'archivio musicale, l'abside e sette cappelle". E i visitatori sembra che apprezzino questo modo definito da qualcuno "originale", ma gradevole, perchè "Chiunque può entrare nella basilica senza pagare e l'idea della chiesa aperta a tutti resta - il commento di un turista toscano -  il limite è legato strettamente all'idea del portarsi qualcosa fuori di qui, una foto".

Questa novità arriva dopo un altro grande monumento cittadino diventatato a pagamento: si tratta di Santa Maria della Vita di via Clavature, dall'8 settembre infatti per ammirare "il Compianto sul Cristo morto" ci vigliono 3 euro.

.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Petronio, fotografarlo costa 2 euro: così si contribuisce al restauro

BolognaToday è in caricamento