Beatificazione Padre Marella in Piazza Maggiore: la cerimonia è su prenotazione

Aperta ai fedeli, ma nel rispetto delle norme anti-covid, è richiesta la prenotazione

E' necessario prenotarsi sul sito web della Chiesa di Bologna per partecipare alla cerimonia di beatificazione di don Olinto Marella che si terrà il 4 ottobre, in occasione della festa di San Petronio. La celebrazione si svolgerà in piazza Maggiore alle 16 e sarà aperta ai fedeli, ma nel rispetto delle norme anti-covid, è richiesta la prenotazione.

A presiedere il rito sarà il cardinale prefetto della Congregazione per le cause dei santi, Angelo Becciu, insieme all'arcivescovo di Bologna, il cardinale Matteo Zuppi.

In vista della beatificazione, per sabato 3 settembre è stato organizzato anche un itinerario in città per ritrovare i luoghi della vita e delle opere di don Marella. Infine, i parroci possono fare richiesta all'Arcidiocesi di alcune copie gratuite del libro sulla vita di padre Marella scritto da Claudia D'Eramo (edizioni Emi) da distribuire ai fedeli.

Nel frattempo, iin via Piana è in fase di allestimento un museo dedicato al "padre dei poveri" e le riprese del film sulla sua storia vanno avanti, il titolo è "La sorpresa". Per realizzarlo, l'Arcidiocesi ha lanciato una campagna di crowdfunding chiamata "Facciamo rivivere Padre Marella". Il progetto, spiega don Paolo Dall'Olio, direttore diocesano per la pastorale sociale e lavoro, "si sviluppa dapprima nella ricerca fondi che permette a cittadini, associazioni e imprese del territorio di diventare co-produttori insieme alla diocesi, restando informati sull'avanzamento lavori. Data l'attuale difficoltà economica, abbiamo gradito la loro adesione". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Curia ha lanciato anche una "chiamata alle arti" per realizzare il film. "Il progetto prosegue con la ricerca di giovani da affiancare a professionisti, tra cui regista e sceneggiatore - spiega ancora padre Dall'Olio - a un mese dal lancio abbiamo avuto 70 iscritti, molti con esperienza in campo teatrale, di cui la metà fra 18 e 25 anni. Lo scorso 16 settembre si è tenuto il casting". Il rallentamento nelle riprese dovuto all'emergenza covid, "si è trasformato anche nell'opportunità di fare nuove collaborazioni. La tempistica delle riprese verrà posticipata soprattutto perchè il progetto sta crescendo in termini numerici: la pellicola, infatti, da mediometraggio si è trasformata in lungometraggio", sottolinea Dall'Olio. (dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento