Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Bentivoglio, insolvenza fraudolenta e ricettazione: due incensurati nei guai

Uno denunciato per una commissione di vini pregiati “smarrita” strada facendo. L'altro tradito da un odore acre proveniente dalla propria auto...

Nei guai due persone incensurate, un commerciante italiano di 31 anni residente a Bologna - denunciato dai Carabinieri per truffa e insolvenza fraudolenta - e un operaio rumeno di 30 anni, residente a Vado di Monzuno, e denunciato per ricettazione.

L’italiano è finito nei guai per una commissione di vini pregiati, del valore di circa 2.000 euro, che aveva richiesto a un’azienda di Bentivoglio con sede presso l’Interporto. La merce, regolarmente consegnata al 31enne, è stata pagata con un assegno scoperto e invece di raggiungere il destinatario finale, un noto locale di Bologna, si è “smarrita” strada facendo.

Il rumeno, alla guida di una BMW 320, è stato fermato invece ieri mattina, durante un posto di controllo alla circolazione stradale che i militari stavano effettuando in Santa Maria in Duno. Durante la verifica dei documenti di guida e di circolazione, un odore acre di gasolio proveniente dall’abitacolo ha insospettito gli operanti, che ispezionando l’auto hanno rinvenuto due taniche piene di carburante. Il conducente, sentito dagli inquirenti che cercavano di avere informazioni sulla provenienza del gasolio, non ha saputo fornire alcuna giustificazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bentivoglio, insolvenza fraudolenta e ricettazione: due incensurati nei guai

BolognaToday è in caricamento