Cronaca Centro Storico / Via Rizzoli

Beppe Maniglia si 'mette in regola', concessi i permessi per i suoi 'show' in centro

Potrà esibirsi durante le giornate dei Tday, pagherà il canone di occupazione suolo e aree pubblici e la relativa tassa dei rifiuti". Inoltre dovrà stare attento ai decibel, che saranno monitorati da Arpa

Dopo le multe per i suo 'show' non autorizzati, si 'mette in regola' Beppe Maniglia, l'artista di strada che da anni propone i suoi spettacoli musicali in piazza Nettuno e che "divide" i cittadini. Maniglia, non c'è che dire, o "si ama o si odia". Se per qualcuno i suoi " sono siparietti sono irritanti e di disturbo", tanti anche i bolognesi che ormai lo considerano "parte dell'arredo urbano, un pezzettino del folklore locale".

Intanto l'amministrazione ha dato il via libera ai suoi spettacoli, che accompagneranno le giornate dei Tdays. Beppe Maniglia potrà dunque esibirsi, in piena norma di legge, dal 24 maggio al 2 giugno 2014 e dal 6  settembre  2014 al 31 maggio 2015, nei giorni di sabato (pomeriggio), domenica e festivi (mattina e pomeriggio).

"In particolare - si legge in una nota dell'Amministrazione - Maniglia potrà occupare il suolo pubblico  in via Rizzoli in prossimità dell'imbocco di via Indipendenza con moto  allestita  con  tanto di pedana  casse, potrà suonare solo  per  un  massimo  di  60  minuti, pagherà il canone di  occupazione  suolo  e  aree  pubblici  (COSAP)  e la relativa tassa dei rifiuti." Inoltre Beppe dovrà stare attento ai decibel  rispettando i limiti di impatto acustico, che saranno monitorati da ARPA, in caso contrario si procederà al ritiro dell'autorizzazione.

"Gli  Uffici  competenti - specifica l'Amministrazione comunale - hanno ricevuto dal signor  Fuggi  la  richiesta  di  autorizzazione  per pubblico spettacolo a seguito  dell'incontro  avuto,  nei  mesi  precedenti, tra Beppe Maniglia e l'assessore  alle  Attività  produttive, Matteo Lepore. In tale occasione è stata  ribadita  la  volontà dell'Amministrazione di consentire le attività dello  storico  musicista  bolognese, ma a fronte del rispetto delle regole vigenti  al  pari  degli  altri  artisti  bolognesi  e  nel  rispetto della vivibilità  della zona per residenti e lavoratori. In merito, infatti, sono pervenute all'Amministrazione numerose segnalazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beppe Maniglia si 'mette in regola', concessi i permessi per i suoi 'show' in centro

BolognaToday è in caricamento