menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mi difenderò, ma ora passo indietro": Bernardini verso le dimissioni dal Consiglio

In una lettera l'esponente di Insieme Bologna annuncia di voler presentare le dimissioni al Consiglio Comunale di Bologna. Al suo posto il primo dei non eletti De Biase (Udc)

"Le dimissioni non si annunciano, si danno". Così inizia il passo indietro dell'esponente e capogruppo di Insieme Bologna Manes Bernardini, nelle ore successive alla sentenza di primo grado che lo ha condannato a due anni e mezzo per una serie di spese, effettuate utilizzando le dotazioni del gruppo regionale della Lega Nord.

"Con la presente dichiaro che provvederò a scrivere alla presidente del consiglio comunale per comunicarle le mie irrevocabili dimissioni da consigliere comunale" continua Bernardini, che aggiunge: "Sono stato condannato in primo grado per una spesa complessiva di poche centinaia di euro, spese ritenute non adeguatamente documentate. Fossero anche solo 60 € erano e sono soldi dei cittadini, quindi, al mio ottimo avvocato Prof. Vittorio Manes, che ringrazio, l'onere di dimostrare in secondo grado che quelle spese sono state perfettamente legittime".

Bernardini si considera infine "stracerto" della sua innocenza e annuncia che, comunque, non si allontanerà dalla vita politica. "Non mi dimetto dal mio impegno per Insieme Bologna un movimento trasversale che continuerò a presiedere nell'interesse della città e dei suoi cittadini, quelli con meno voce e più problemi, quelli che oggi sono sempre più in difficoltà, per i problemi della casa, della salute, della sicurezza, della burocrazia che soffoca le persone".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento