Caso Carabellò, suo il sangue su una giacca: "E' stato ucciso"

L'avvocato della famiglia dello scomparso: "Questo ritrovamento è una prova importante e speriamo di trovare presto il colpevole. Siamo molto fiduciosi nel lavoro degli inquirenti"

Susanna Carabellò mostra l'armadio di Biagio

Era appesa all'ingresso della sua casa in via Raimondi ed è stata prelevata dai Ris durante il sopralluogo dello scorso 14 febbraio. L'esito degli esami del DNA ha rivelato che il sangue che sporca questa giacca è proprio di Biagio Carabellò, il 46enne bolognese scomparso misteriosamente il 23 novembre di due anni fa

"Questa è la prova che Biagio è stato ucciso. Speriamo di trovare presto il colpevole" ha dichiarato l'avvocato della famiglia Carabellò Barbara Iannuccelli, mentre gli inquirenti indagano per ricostruire le cause di queste macchie ematiche scoperte analizzando gli effetti personali lasciati di Biagio nel suo appartamento e messe a confronto con il DNA della madre dell'uomo. Il "giallo" di questa scomparsa include anche il mistero del testamento della fidanzata di Biagio Elisabetta Filippini (scomparsa per malattia nel 2010) e della sua presunta falsificazione. 

IL SOPRALLUOGO NELL'APPARTAMENTO. I Carabinieri entrarono nell'appartamento di Carabellò a 15 mesi dalla scomparsa alla presenza della sorella Susanna e dell'avvocato Iannuccelli. I militari, che erano in borghese, sono rimasti nell'appartamento per circa un'ora e ne sono usciti con una piccola valigia. 

"Pensiamo che quella mattina sia ritornato a casa e la prova è nei medicinali che abbiamo trovato nascosti nell'armadio, poi però non sappiamo più nulla". La Iannuccelli, che aveva fatto un appello affinchè i Ris venissero coinvolti nelle indagini per dei rilievi in casa (soprattutto in luce di alcune macchie 'sospette' nella camera da letto di Biagio GUARDA IL VIDEO ) verrà accontentata a breve "avremo qualche risposta ai tanti interrogativi, in particolare se Biagio sia uscito vivo o morto da qui".


   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento