A scuola in bici, Cinnica chiede al comune rastrelliere davanti agli istituti

La consulta di genitori incalza Palazzo D'Accursio a provvedere per l'installazione di stalli per biciclette e monopattini

"Non si trovano spazi adeguati per parcheggiare le biciclette" e dopo le misure anticovid "alcuni cortili sono inagibili e quindi spazi prima accessibili alle bici non esistono più".

La consulta di genitori 'Cinnica' torna a pungolare il comune sul tema dei trasporti scolastici autonomi con mezzi ecologici, lamentando una scarsa attenzione per le due ruote, e in particolare sui parcheggi di queste ultime.

"Ogni settembre, all’apertura delle scuole, vediamo lo stesso film: strade che si intasano di automobili, picchi di polveri sottili che ci rendono tra le regioni più inquinate d’Europa", una condizione che "non ci possiamo più permettere". Ma del pari -questo il ragionamento di Cinnica- "nei giorni scorsi abbiamo visto per strada genitori armati di buona volontà provare i percorsi in bici per andare a scuola con i figli".

Arrivati sul posto però "non si trovano spazi adeguati per parcheggiare". Anzi, nel caso del Quadriportico di Vicolo Bolognetti, dichiara la consulta "non si dispone più di rastrelliere per via delle normative anticovid che ne hanno interdetto l'utilizzo, e questo in "una scuola in cui più dell’80% dei bambini vengono accompagnati a piedi e in bici".

Riconoscendo che "il comune si è impegnato per la realizzazione di percorsi ciclabili" Cinnica fa una proposta: "Perché non partire dal posizionamento di rastrelliere per parcheggiare bici ma anche monopattini (così usati dai bambini e ora anche dagli adulti) in tutti i cortili scolastici di pertinenza comunale? Ricordiamo che grazie al criterio di stradario le scuole spesso non distano più di 1 km dalle abitazioni dei bambini, con un incentivo in più potrebbe essere un bellissimo modo per le famiglie di raggiungere le scuole (e tornare magari a casa in tempi ragionevoli per prendere l’auto e raggiungere il posto di lavoro a volte lontano), garantendo movimento e salute ai bimbi e un’aria migliore per tutti".

Ma non solo, per la consulta "occorre lavorare anche alla creazione delle strade scolastiche, zone pedonalizzate negli orari di entrata e uscita da scuola, dopo anni di attese". 

Cinnica infine dà appuntamento a mercoledì 16 settembre alle 19 in cortile Guido Fanti dove, al convegno di Fondazione Innovazione Urbana “correre, giocare, il diritto di essere bambini” chiederà "agli Assessori Mazzanti e Lepore (che però non ci sarà perché in isolamento per sintomi covid, ndr) un impegno concreto in questa direzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

Torna su
BolognaToday è in caricamento