menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della presentazione del progetto in conferenza stampa

Un momento della presentazione del progetto in conferenza stampa

Biglietto 'sospeso': parte l'iniziativa al teatro Itc e al museo Donini di San Lazzaro

Un'iniziativa pensata per chi non può permettersi una serata o giornata di arte e cultura

Dopo il classico caffè sospeso, dal 7 dicembre e per tutta la stagione teatrale 2019/2019, all'Itc di San Lazzaro di Savena arriva il 'biglietto sospeso': in poche parole, tutti gli spettatori  potranno acquistare un biglietto in più e lasciarlo in cassa per chi non può permettersi una serata a base di cultura e arte. Non solo, sarà possibile acquistare un “biglietto sospeso” anche al Museo della Preistoria Donini.

Per dare avvio all’iniziativa il Teatro dell’Argine si impegna a mettere a disposizione una dotazione di due biglietti omaggio per ogni spettacolo della stagione serale, e della stagione domenicale di Teatro Ragazzi. Ulteriori biglietti sospesi potranno essere richiesti e lasciati a disposizione dagli spettatori direttamente alla biglietteria del teatro, usufruendo delle normali agevolazioni previste.

"Questa iniziativa ha l’obiettivo di rendere la Cultura e l’Arte alla portata di tutti – spiega l’Assessore alla Cultura Juri Guidi – dando la possibilità anche alle famiglie e ai cittadini meno abbienti di godere di una serata di svago e bellezza. Come Comune abbiamo attivato una serie di misure a sostegno delle persone e delle famiglie in difficoltà che vanno dai contributi all’affitto fino all’emporio solidale Amalio, ma non possiamo dimenticare il ruolo decisivo che l’Arte ha nella vita della persone. La Cultura è il cibo dell’anima, ma è anche strumento per costruire e cambiare il proprio futuro".

"Il biglietto sospeso è un ulteriore modo per favorire le fasce più fragili della popolazione – aggiunge la Compagnia Teatro dell’Argine –, una pratica a cui il Teatro dell'Argine tiene molto. Ed è soprattutto l'idea che c'è alla base del biglietto sospeso, mutuata dal famoso caffè sospeso nato a Napoli, a entusiasmarci. Perché stimola la generosità tra le persone, una generosità tanto più genuina in quanto non si aspetta nulla in cambio. E che questa generosità possa attuarsi nell'ambito della cultura è un motivo di entusiasmo ulteriore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento