Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Biglietto unico treni - bus da inizio 2019: 'No rincari, ma dobbiamo trovare risorse'

Prospettiva confermata e rilanciata dall'assessore alla Mobilità del Comune, Irene Priolo, che non nasconde però le difficoltà del caso

Palazzo D'Accursio prova ad accelerare sul biglietto unico metropolitano. Nei giorni scorsi, durante una delle iniziative della Settimana europea della mobilità a Bologna, il sindaco Virginio Merola ha annunciato di voler avviare la sperimentazione dell'integrazione tariffaria già dall'inizio del prossimo anno. Una prospettiva confermata e rilanciata dall'assessore alla Mobilità del Comune, Irene Priolo, che non nasconde però le difficoltà del caso.

"Il vero nodo ora è reperire le risorse- spiega l'assessore - ma escludo un rincaro dei biglietti". L'istituzione del biglietto unico metropolitano era stata già anticipata da Merola in primavera, quando presentò il progetto per le nuove linee di tram e la riforma complessivo del trasporto pubblico in città e in provincia. Proprio per arrivare a un servizio metropolitano a tutti gli effetti, è prevista l'introduzione di un solo titolo di viaggio, biglietto o abbonamento, con cui poter usufruire delle linee di autobus urbane ed extraurbane o del Servizio ferroviario metropolitano.

Nuovo piano trasporti: tram, treni e biglietto unico

Con l'introduzione da parte della Regione Emilia-Romagna della carta unica treno-bus per i pendolari, "molti utenti si stanno spostando dalla gomma al ferro perchè è più conveniente", spiega Priolo. Per mettersi al passo, il Comune ha deciso quindi di passare il prima possibile al biglietto unico metropolitano. (Agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biglietto unico treni - bus da inizio 2019: 'No rincari, ma dobbiamo trovare risorse'

BolognaToday è in caricamento