menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia della Barca, oggi l'autopsia sui fratellini morti caduti dal palazzo

L'esame autoptico verrà eseguito a Modena. Il padre indagato ma la procura spiega che si tratta di un atto tecnico

Per la giornata di oggi è prevista l'autopsia sui corpi dei due ragazzi, Benjamin e Nathan, morti dopo essere precipitati dall'otavo piano del palazzo dove abitavano in via Quirino di Marzio.

All'esame autoptico parteciperanno anche il perito della difesa Eva Montanari, nominato dall'avvocato della famiglia, Roberto Giorgi Ronchi. Il padre, Heitz Chabwore, 43 anni, è indagato per istigazione al suicidio, ma -come hanno spiegato procura e legali- la sua iscrizione nel registro delle notizie di reato è un atto dovuto e tecnico, indispensabile per assistere a esami come l'autopsia. L'autopsia verrà eseguita dall'istituto di medicina legale di Modena dai consulenti della Procura, Sabino Pelosi e Giudo Pelletti, dietro la supervisione del pm incaricato del caso Tommaso Pierini.

Molto ci si aspetta dai riscontri dei medici legali, soprattutto per ricostruire gli ultimi istanti di vita dei ragazzi, occorsi lontano da occhi umani ed elettronici, e indispensabili per capire la dinamica di quello che è a tutt'ora ipotizzato come una disgrazia. L'ipotesi più accreditata è che i due ragazzini avessero voluto aggirare il castigo del padre, che li avrebbe chiusi in casa in punizione per il loro comportamento degli ultimi giorni, scavalcando la balaustra del balcone e così in qualche modo uscire comunque di casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento