menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Neonato morto, genitori indagati. Comunità islamica: 'Circoncisione? No al fai da te'

Dopo la terribile notizia, la comunità islamica di Bologna lancia un appello. Intanto la Procura di Reggio ha aperto un fascicolo per omicidio colposo

Padre e madre, lui quarantenne, lei trentenne, sono indagati dalla Procura di Reggio dopo la morte del loro figlioletto di appena cinque mesi. Il piccolo sarebbe stato circonciso clandestinamente, in casa. Il fascicolo ha come ipotesi di reato l'omicidio colposo.

Il neonato, giunto gravissimo da Scandiano, paese dove la coppia, originaria del Ghana, risiede con altri figli, è poi spirato poco dopo il ricovero all'ospedale Sant'Orsola di Bologna la notte tra venerdì e sabato.

I due saranno ascoltati nei prossimi giorni dalla pm, Isabella Chiesi. Il caso ricalca da vicino quanto accaduto nel dicembre scorso vicino Roma, dove vittima è risultato essere un bimbo di due anni e mezzo. Al momento nei confronti dei due indagati non sono stati presi provvedimenti di natura cautelare. E' stata disposta l'autopsia, che sarà eseguita nei prossimi giorni.

"Apprendiamo con sgomento la terribile notizia" fa sapere sui social al comunità islamica di Bologna "condanniamo fermamente questi gesti irresponsabili e facciamo un appello affinché chi decida di far circoncidere i propri figli di affidarsi a strutture sanitarie competenti, pubbliche o private che siano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento