menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimbo morto in via Benini: procura chiede archiviazione per tutti

Madre e sorella del piccolo Alessandro, assieme al responsabile Area manutenzione di Acer, erano indagati rispettivamente per abbandono di minore e omicidio colposo. Ora la parola spetta al Gip

La Procura della Repubblica di Bologna ha chiesto l’archiviazione per tutti gli indagati nella morte di Alessandro Do Rosario, bambino di 9 anni ferito a morte nell'agosto scorso da un vetro della portafinestra di una casa Acer, in via Benini.

A carico della madre e della sorella del piccolo la Procura aveva aperto un fascicolo per "abbandono di persone minori o incapaci" (art. 591 c.p.), mentre per il responsabile Area manutenzione di Acer si era proceduto per omicidio colposo (art. 589 c.p.).

Il sostituto procuratore Antonio Gustapane, nell’argomentare la richiesta di archiviazione al Gip -firmata anche dal procuratore Capo Giuseppe Amato- osserva che non si possa attribuire “un elemento psicologico doloso” sia nella sorella che nella madre del piccolo Alessandro, assentatesi per mezz'ora per fare la spesa e lasciando soli due bambini di nove e tre anni, la mattina del 5 agosto scorso.

Richiesta di archiviazione anche per il tecnico Acer: la manutenzione della porta finestra difettosa dalla quale si è originato l’incidente, non rientrava in quelle circostanze nei compiti di Acer, bensì della 44enne cittadina Capoverdiana madre del piccolo Alessandro. Una negligenza, questa, che “pur non potendosi dubitare del profilo colposo della condotta” non basta per imputare alla donna l'omicidio colposo stesso.

Ora tutto è nelle mani del Gip, che dovrà decidere se archiviare definitivamente il caso oppure disporre nuovi approfondimenti.
Per il piccolo Alessandro si erano mobilitati in molti, e al bambino, che frequentava un corso di karate, gli fu riconosciuta postuma anche la cintura nera.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento