rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Cronaca Centro Storico / Via Belvedere

Autostoppisti di ultima generazione: i passaggi condivisi sono low-cost, green e social

Il sistema di passaggi condivisi BlaBlaCar: una tappa a Bologna per conoscere i viaggiatori sempre più numerosi che scelgono di dividere le spese e viaggiare in compagnia

Potremmo interpretarlo come un "autostop programmato", si scrive ride-sharing e si legge BlaBlaCar nella lingua universale, quella che si parla sulle strade di tutta Europa. In parole semplici si tratta di un network di utenti che scelgono il "passaggio condiviso" per viaggiare in lungo e in largo (e ora ci si organizza anche per le vacanze estive): ci si iscrive, si cerca o si offre il passaggio in auto lungo una tratta selezionata e si trovano viaggiatori ospiti con cui condividere le spese, ma anche tante chiacchiere (ecco perchè BlaBla). E' Franco Lo Giudice, che in occasione della tappa bolognese del tour europeo, ci racconta meglio questo progetto decisamente smart che arriva dalla Francia, ma che dal 2012 sta lievitando anche lungo lo Stivale con un incremento del 130% all'anno (per la maggiore tratte a lunga percorrenza) e una percentuale femminile prevalente.

Bla Bla Car a Bologna: il drink sotto le Due Torri

"Siamo arrivati a Bologna seguendo un tour europeo e abbiamo organizzato un aperitivo con giochi e chiacchiere per conoscere, incontrare e far incontrare i viaggiatori BlaBlaCar legati in qualche modo alla città - spiega Lo Giudice - che chiamiamo anche 'blablacarristi'. In Europa gli iscritti sono oltre 8 milioni e oltre 700 mila i viaggi condivisi al mese; in Italia a fine maggio abbiamo registrato una crescita media del 130% all'anno, con picchi di adesioni in occasione delle festività". Fra i vantaggi dei viaggiatori "Risparmiare tanto denaro e poter evitare il treno conoscendo persone simpatiche" e tra quelli maggiormente citati dai conducenti "Dividere le spese di viaggio e non rischiare di addormentarsi o annoiarsi nelle tratte lunghe".

Ma come viene calcolato il prezzo a persona di un viaggio? Semplice: benzina + pedaggio diviso 3. Poi ci sono delle piccole oscillazioni che sono determinate da servizi aggiuntivi come il minifrigo o la colazione offerta, ma si parla davvero di spiccioli e comunque noi teniamo sempre monitorato il dato, bannando immediatamente chi sembra voler trarre guadagno dal servizio, per esempio offrendo passaggi su furgoni a più posti. In realtà con BlaBlaCar è molto difficile parlare di guadagno, è solo una condivisione di spese.

Paura e pregiudizi, salire in auto con uno sconosciuto spaventa? Quale sicurezza offrite ai viaggiatori? E' mai accaduto qualcosa di negativo? I pregiudizi vengono espressi da chi non conosce il sistema e ha una reazione di impulso: se capitassi con un serial-killer? Questa cosa ci fa sorridere. In ogni caso in fase di registrazione accettiamo solo iscrizioni tracciabili che forniscano un numero di telefono valido, una mail attiva e una foto frontale, compresi i dettagli dell'auto se si tratta di un conducente. Poi ci sono i feed-back: ogni blablacarrista ha una sua reputazione, con commenti sulla socialità, sulla guida, sulla puntualità.

Il servizio in Italia è gratuito, mentre sappiamo che in altri Paesi viene richiesto un obolo nella fase di selezione del passaggio, un po' come l'anticipo per la prenotazione di una stanza di albergo. Come monetizzate? Sì, per ora da noi il servizio è gratuito e non prevediamo che le cose cambino per il momento. Chiaro è che i modelli di business non possano essere standardizzati ed efficienti in tutti i Paesi. In Italia, nella nostra sede milanese siamo in otto, ma stiamo crescendo e valuteremo con il tempo come evolverci.

Condividere un viaggio si significa anche scegliere una mobilità più sostenibile...Certo. In Italia il mezzo più utilizzato (parliamo di un bel 80%) è l'automobile, anche se la media dei passeggeri a bordo di ogni mezzo è l'1.6%. Il che significa trasportare tonnellate di metallo e pochi chili di persone...condividere un viaggio significa diminuire di 2/3 il traffico e quindi anche le emissioni di CO2. Con le auto ibride ed elettrico in futuro saremo ancora più green.

Il BlaBlaTour ha toccato oltre 40 città in Europa, per conoscere la sempre più numerosa community di BlaBlaCar: un’occasione di incontro, scambio e divertimento assicurato. Dopo Torino, Napoli, Bari e Firenze la prossima è arrivata anche la vivace Bologna, dove BlaBlaCar ha incontrato i propri iscritti per un aperitivo con l’obiettivo di fare due chiacchiere e raccogliere i suggerimenti degli utenti. Appuntamento al bar "Senza Nome" di via Belvedere per conoscersi, confrontare le proprie e sperienze di viaggio e

I PASSAGGI CONDIVISI SUL TERRITORIO. L’Emilia Romagna ha fatto registrare un vero e proprio boom dei passaggi condivisi, anche e soprattutto grazie a Bologna, che si piazza tra le cinque città più attive d’Italia di chi cerca/offre un passaggio su un’auto condivisa. Perché ai bolognesi piace viaggiare con il ride sharing? Per condividere km in compagnia, per una spiccata sensibilità ambientale (condividendo i posti liberi delle proprie auto si può riuscire a diminuire il numero di auto per strada) e per il risparmio di cui si beneficia. L’Emilia-Romagna si dimostra dunque una regione attenta al risparmio e alle novità che arrivano dal web. Oltre a Bologna, Rimini e Modena sono le città emiliano-romagnole più attive mentre Massa e Grosseto chiudono la classifica regionale. Milano-Bologna e Bologna-Milano sono tra le tratte più ricercate su BlaBlaCar. Bologna è una fondamentale città tappa per i viaggi centro-nord e nord-sud (e viceversa).

TUTTA L'EUROPA A BORDO DELLA 500 FIRMATA BLA BLA. Con una community di oltre 8 milioni di iscritti, 3 miliardi di km condivisi e decine di migliaia di destinazioni in tutta Europa, BlaBlaCar è oggi leader del settore in Italia e in Europa. Il BlaBla Tour 2014 sarà l’occasione per incontrare la numerosa community e scambiare pareri opinioni e tante risate. Il Tour dura 3 mesi e percorrerà le strade d'Europa per raggiungere ben 9 paesi: Francia, Spagna, Portogallo, Italia, Germania, Belgio, Polonia, Paesi Bassi e Regno Unito percorrendo circa 15.000 km in auto. La tappa conclusiva si terrà il 28 agosto a Parigi. Per l’occasione, il team europeo di BlaBlaCar viaggerà in tutta Europa su una Fiat 500 L Living messa a disposizione da Fiat, partner tecnico del Tour.  Inoltre, tutti coloro che riusciranno a vedere la macchina durante il tour, faranno una foto e la condivideranno su Twitter, Facebook o Instagram utilizzando l’hashtag #BlaBlaTour riceveranno dei gadget di BlaBlaCar!

UN BLA BLA AL POSTO DEL TRENO. La maggior parte dei viaggiatori che utilizzano BlaBlaCar hanno dichiarato di preferire il passaggio condiviso in alternativa al treno.

Ecco di seguito una comparazione che evidenzia il risparmio possibile utilizzando BlaBlaCar in sostituzione ai mezzi di trasporto tradizionali.

Tratta                    Treno*      BlaBlaCar    Risparmio
Bologna-Milano      40 €               11 €       29 €
Bologna-Roma       56 €               19 €      37 €
Bologna-Bari         71,50 €           35 €      36,5 €
*Fonte dati: trenitalia.com

Ecco una comparazione tra i costi sostenuti da un conducente che viaggia da solo e le spese ridotte che si affrontano invece occupando i posti liberi a bordo della propria auto

Tratta               Auto da solo*    BlaBlaCar**    Risparmio
Bologna-Milano    45 €               12 €              33 €
Bologna-Roma    80 €                23 €               57 €
Bologna-Bari    135 €                 30 €              105 €

*costo di viaggio calcolato su viamichelin.it **ipotizzando tre posti occupati

LA STORIA DI BLABLACAR. Fondata nel 2006 e con sede a Parigi, BlaBlaCar (Comuto SA) opera tramite siti web in dieci lingue (tra cui BlaBlaCar.it in italiano) in Italia, Spagna, Francia, Regno Unito, Germania, Portogallo, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Polonia, Russia e Ucraina. BlaBlaCar è network che mette in contatto automobilisti con posti liberi a bordo con persone in cerca di un passaggio. La community BlaBlaCar è formata da più di 8 milioni di iscritti e conta decine di migliaia di destinazioni in tutta Europa. BlaBlaCar sta creando un modo nuovo, economico e sostenibile di viaggiare per oltre un milione di persone ogni mese. Per garantire la qualità del matching tra i conducenti e passeggeri, il sito mostra le loro preferenze: fumatori o non fumatori, animali accettati in macchina o meno, ecc. Gli utenti specificano, inoltre, il loro grado di "loquacità" scegliendo tra "Bla", "BlaBla" e "BlaBlaBla": da qui il nome BlaBlaCar.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autostoppisti di ultima generazione: i passaggi condivisi sono low-cost, green e social

BolognaToday è in caricamento