rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Blitz a sede sindacato Ugl: Procura manda a processo 10 attivisti di Riders Union

Citazione diretta a giudizio: se accolta non si passerà per l'udienza preliminare. A settembre l'irruzione dei ciclofattorini nella sede del sindacato di destra, al tempo imbufaliti per la recente firma del cosiddetto 'contratto-pirata' del settore

La Procura di Bologna manda a processo, tramite decreto di citazione a giudizio -e quindi senza passare per l'udienza preliminare- 10 attivisti di Riders Union Bologna, ritenuti responsabili del blitz dello scorso 21 settembre nella sede bolognese del sindacato Ugl. I 10 sono accusati, nello specifico, di violenza privata e di imbrattamento.

Secondo la ricostruzione del pm Antonella Scandellari, che ha firmato l'atto, sarebbero stati questi 10 attivisti ad irrompere nella sede del sindacato di destra all'indomani della firma del contratto nazionale dei riders con Assodelivery (contratto firmato esclusivamente dall'Ugl) e ad "imbrattare con vernice nera le targhe interne ed esterne e la soglia della porta di ingresso con le scritte 'Ugl merda' e 'Crumiri'".

Oltre a questo, si legge nel decreto, i 10 esponenti di Riders Union Bologna, muniti di megafono, sarebbero entrati nella sede del sindacato e, nonostante siano stati invitati ad uscire, avrebbero "sparso volantini e proferito epiteti volgari di critica" all'Ugl, impedendo ai lavoratori presenti di svolgere le loro mansioni per circa un'ora. Ora non resta che attendere la fissazione dell'udienza, che si svolgerà davanti al giudice monocratico. (Ama/ Dire)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz a sede sindacato Ugl: Procura manda a processo 10 attivisti di Riders Union

BolognaToday è in caricamento