Bollettino coronavirus 10 ottobre: contagi in salita, i numeri più elevati a Bologna (60)

Nel bolognese 35 casi sintomatici di cui 12 sporadici e 23 da vari focolai (familiari, strutture socio-sanitarie e frequenza di luoghi pubblici). 4 casi importati dall'estero. Si registra un nuovo decesso, il numero totale di morti sale a 4.494

Su oltre 13.700 tamponi sono 383 i nuovi casi positivi rilevati nelle ultime 24 ore. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 37.297 casi di positività. Dei 383 nuovi casi, 145 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 154 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,8 anni.

Covid, picco epidemico in Emilia-romagna. Donini in diretta dalla Regione: "Ospedali sotto controllo"

Nuovi positivi a Bologna: gli ultimi dati e i focolai intercettati

In provincia di Bologna sono 60 i nuovi casi. Di questi, 35 sono i casi sintomatici di cui dodici considerati sporadici e 23 da vari focolai isolati (familiari, presso strutture socio-sanitarie e per frequenza di luoghi pubblici). 2 casi risultano importati dall'estero (Spagna e Gran Bretagna). Dei 25 casi asintomatici, 8 risultano sporadici e 17 focolai noti (familiari e presso strutture socio-sanitarie). Infine, 2 casi risultano importati dall'estero (Francia e Marocco) mentre 1 caso risulta importato da altre regioni italiane (Puglia).

Ospiti e operatori/volontari, per una ventina di casi di positività rilevate a seguito dei tamponi effettuati tra il 2 e il 7 ottobre scorso al centro Residenziale per Disabili Zanichelli, nel Comune di S.Lazzaro, nell’ambito dello screening mensile che viene realizzato in tutte le strutture socio-sanitarie.

Nuovi contagi in Emilia Romagna, ecco da dove arrivano

Sono 22 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Belgio, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica Ceca e Spagna. 13 invece i casi positivi di rientro da altre regioni.

Focolai nelle scuole, l'associazione vittime del covid: "Effetto a catena, tornare alla didattica a distanza"

Sui 162 asintomatici, 103 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 33 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 7 con i test pre-ricovero, 4 identificati in seguito a test sierologico positivo. Per 15 casi è in corso la verifica sul motivo del tampone.

La situazione nelle altre province

I numeri più elevati si registrano in quelle di Bologna (60 casi), Modena (53), a Forlì (44), Piacenza (43 casi), a Rimini (38), a Ferrara (38), a Reggio Emilia (32), a Cesena (23), Parma (22), Ravenna (21) e a Imola (9).

In provincia di Modena, su 53 nuovi positivi, 4 sono rientri dall'estero (Marocco, Moldavia, Repubblica Ceca, Turchia), 5 sono positivi a screening per categorie professionali e in ambito scolastico, 19 sono contatti di casi noti legati a diversi focolai, 25 sono casi sporadici sui quali si stanno svolgendo accertamenti sull’origine del contagio.

A Forlì sono 44 i nuovi casi, di cui 27 sintomatici. Di questi, 8 sono stati individuati a seguito di tampone richiesto dal medico di famiglia per sintomi, 7 a seguito di tampone pre-ospedaliero e 4 da tampone effettuato per screening lavorativo. 24 sono risultati positivi a seguito di tampone effettuato per contatto stretto con caso positivo noto e tracciamento, 3 a seguito di contatto sempre con casi positivi.

In provincia di Piacenza, su 43 nuovi positivi 20 sono stati individuati tramite contact tracing, 8 da notifica del medico di famiglia, 5 per sintomi, 4 sono riconducibili a rientri dall’estero (Malta, Albania, Egitto), 2 per screening in residenze Cra, 1 con tampone eseguito in pronto soccorso dove si era recato per altra patologia, 1 con tampone eseguito in reparto ospedaliero dove si trovava per altra patologia, 2 per screening sul luogo lavoro.

A Rimini e provincia dei 38 nuovi casi, di cui 29 con sintomi, tutti si trovano in isolamento domiciliare e oltre la metà era già in isolamento al momento del tampone. Nel dettaglio, 13 pazienti sporadici per sintomi, 4 rientri dall’estero (Albania e Spagna), 19 riconducibili a contatti con casi certi di cui 15 di origine famigliare e gli altri amicali o lavorativi; infine 2 sono rientri da altre regioni d'Italia (Toscana).

In provincia di Ferrara su 38 positivi, 16 sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti, tutti asintomatici (riconducibili a focolai scolastici e famigliari), 9 sono ospiti e 9 operatori di una residenza Cra in cui è stato isolato un focolaio, 1 sintomatico in isolamento domiciliare con tampone richiesto dal medico di famiglia, 1 sintomatico con tampone eseguito in pronto soccorso, poi ricoverato, 1 rientro dall’estero (Francia), e 1 asintomatico con tampone per screening in azienda ospedaliera.

Nel Reggiano, su 32 nuovi casi positivi, 13 sono riconducibili a focolai familiari, 12 classificati come sporadici, 1 importato dall'estero (Ghana), 1 in una struttura per anziani, 2 in focolai lavorativi, 3 in focolai di amici.

A Cesena e provincia,su 23 positivi di cui 14 con sintomi, 21 erano già in isolamento domiciliare. Nel dettaglio, 19 sono stati rilevati nell’ambito di attività di contact tracing (per contatto con casi già accertati, prevalentemente in ambito familiare) e 4 sono casi sporadici (3 per sintomi e 1 attraverso i test per le categorie professionali).

A Parma e provincia sono 22 i nuovi positivi: 11 sono stati rilevati nell'ambito di attività di contact tracing, 3 sono riconducibili a rientri dall’estero (Moldavia, Spagna, Ucraina) 1 a seguito di attività di screening per operatori sanitari, 2 sono stati rilevati con test di screening pre ricovero.

Sugli 21 nuovi positivi identificati a Ravenna e provincia: 15 sono asintomatici, 20 in isolamento domiciliare e 1 ricoverato a seguito di altra patologia. Nel dettaglio, dei 21 positivi 4 sono i pazienti sporadici con sintomi e 10 per contatto con caso certo di cui 6 in ambito familiare, 2 pazienti sono stati rilevati con test di screening pre-ricovero (uno dei due era in isolamento domiciliare per rientro dall'Iraq); 3 per rientro dall'estero (Marocco e Romania); 2 a seguito di test sierologico positivo, effettuato volontariamente.

Tamponi, isolamento e guarigioni

I tamponi effettuati ieri sono 13.779, per un totale di 1.282.331. A questi si aggiungono anche 2.889 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 5.976 (367 in più di quelli registrati ieri). Purtroppo, si registra un nuovo decesso in provincia di Parma. Il numero totale sale dunque a 4.494.

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 5.719 (+350 rispetto a ieri), circa il 95% dei casi attivi. Sono 16 i pazienti in terapia intensiva (+2 rispetto a ieri), 241 (+15) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

Le persone complessivamente guarite salgono a 26.827 (+15 rispetto a ieri): 7 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 26.820 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 5.318 a Piacenza (+43, di cui 28 sintomatici), 4.481 a Parma (+22, di cui 10 sintomatici), 6.025 a Reggio Emilia (+32, di cui 22 sintomatici), 5.191 a Modena (+53, di cui 33 sintomatici), 6.683 a Bologna (+60, di cui 42 sintomatici); 606 casi a Imola (+9, di cui 4 sintomatici), 1.553 a Ferrara (+38, di cui 6 sintomatici); 1.901 a Ravenna (+21, di cui 6 sintomatici), 1.536 a Forlì (+44,  di cui 27 sintomatici), 1.215 a Cesena (+23, di cui 14 sintomatici) e 2.788 a Rimini (+38, di cui 29 sintomatici).

La situazione in Italia

5304a7da-9edc-486b-9cc7-b7236af7e33d-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento