Coronavirus, bollettino 3 settembre: +118 casi, i maggiori contagi ancora a Bologna e Modena

Nel bolognese positive persone rientrate da Ucraina e Romania, Sardegna, Toscana e Abruzzo. 6 casi diagnosticati dopo il ritorno dalle vacanze in Riviera romagnola

118 in più rispetto a ieri, di cui 68 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Il numero di tamponi effettuati supera i 10.200. Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 32.246 casi di positività. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 39 anni.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei 118 nuovi casi, 51 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 44 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti.

Sono 28 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 20.

Su 68 nuovi asintomatici, 32 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 31 grazie all’attività di contact tracing, 4 casi sono emersi dai test pre-ricovero e di un caso non è ancora nota l’indagine epidemiologica.

La situazione sui territori

Per quanto riguarda la situazione sul territorio, il maggior numero di casi si registrano nelle province di Modena (24), Bologna (18) e Ferrara (13), a Forlì (13) e in quelle di Ravenna (11), Piacenza (11) e Parma (10).

A Bologna e provincia su 18 nuovi positivi, 2 rientri dall’estero (1 dall’Ucraina e 1 dalla Romania), 8 da altre regioni (5 dalla Sardegna, 2 dalla Toscana e 1 dall’Abruzzo), 6 casi sono stati diagnosticati dopo il ritorno dalle vacanze in Riviera romagnola (di cui 2 riconducibili al focolaio della discoteca a Cervia), 2 casi infine classificati come sporadici.

In provincia di Modena, su 24 nuovi positivi, 4 sono di rientro dall’estero (di cui 1 dall’Albania, 1 dalla Romania, 1 uno dalla Moldavia e 1 dalla Croazia), 6 di ritorno da altre regioni (5 dalla Sardegna e 1 dalla Campania), 1 caso è stato diagnosticato dopo il ritorno dalle vacanze in Riviera romagnola, 9 da tracciamento di casi già noti (di cui 8 riconducibili a focolai familiari), e 4 casi classificati come sporadici.

In provincia di Ferrara, su 13 nuovi casi, 5 da tracciamento di casi già noti, 2 di rientro dall’estero (1 dalla Spagna e 1 dall’Austria), 3 che avevano effettuato volontariamente lo screening, 2 che avevano eseguito il tampone per presenza di sintomi, 1 infine diagnosticato grazie un controllo pre-ricovero.

A Forlì, su 13 nuovi casi, 3 sono stati individuati grazie ai controlli effettuati su chi ritorna dall’estero (2 dopo un viaggio in Ungheria e Croazia, 1 di rientro dall’Albania), 4 in quanto contatti di casi già noti, 5 dopo aver effettuato il tampone per presenza di sintomi, 1 infine grazie allo screening pre-ingresso in ospedale.

In provincia di Ravenna e provincia, su 11 nuovi casi, 1 è stato diagnosticato al ritorno da un’altra regione (Sardegna), 2 sono emersi in seguito ai controlli regionali sulle categorie professionali più a rischio, 7 da tracciamento di casi già noti, 1 classificato come sporadico.

In provincia di Piacenza, su 11 nuovi casi, 8 sono di rientro dall’estero (6 dalla Romania, 1 dalla Francia, 1 dalla Costa d’Avorio), 1 da altra regione (Sardegna), 1 è un contatto stretto di caso già noto e 1 individuato grazie ai controlli sulle categorie più a rischio.

In provincia di Parma, su 10 nuovi positivi, 2 sono di rientro dall’estero (1 dall’Albania e 1 dalla Spagna); 2 sono di ritorno dalla Sardegna, su 2 nuovi positivi il tampone è stato effettuato per presenza di sintomi, 2 sono stati diagnosticati grazie agli screening pre-ricovero e 2 infine nell’ambito di attività di contact tracing.

Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.835 a Piacenza (+11, di cui 2 sintomatici), 3.989 a Parma (+10, di cui 2 sintomatici), 5.403 a Reggio Emilia (+9, di cui 6 sintomatici), 4.471 a Modena (+24, di cui 15 sintomatici), 5.736 a Bologna (+18, di cui 7 sintomatici), 508 casi a Imola (+2, entrambi sintomatici), 1.246 a Ferrara (+13, di cui 3 sintomatici), 1.473 a Ravenna (+11, di cui 2 sintomatici), 1.160 a Forlì (+13, di cui 7 sintomatici), 986 a Cesena (+4, di cui 2 sintomatici) e 2.439 a Rimini (+3, di cui 2 sintomatici). 

Tamponi e isolamento

I tamponi effettuati ieri sono 10.243, per un totale di 932.435. A questi si aggiungono anche 1.338 test sierologici.

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 3.185 (82 in più di quelli registrati ieri). Non si registra nessun decesso in tutta l’Emilia-Romagna.

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 3.066 (+77 rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. I pazienti in terapia intensiva sono 11 (+1 rispetto a ieri) mentre i ricoverati negli altri reparti Covid sono 108 (4 in più rispetto a ieri).

Le persone complessivamente guarite sono 24.598 (+36 rispetto a ieri): 25 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.573 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

La situazione in Italia

0541f095-2387-41bb-8802-53649a787200-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento