menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bologna estate 2018, al via il bando tra eventi e itinerari turistici

I progetti potranno essere presentati fino al 14 marzo. Gli eventi copriranno dal 15 maggio al 15 ottobre. Nelle location anche via Zamboni e Montagnola

Un mix di manifestazioni e itinerari tematici, a vocazione turistica. Questa è in estrema sintesi la formula di Bologna Estate 2018 che il neo assessore alla cultura Matteo Lepore ha presentato stamane in conferenza stampa, assieme alla responsabile produzioni culturali Cheti Corsini.

Il bando, aperto fino al 14 marzo, coprirà il periodo dal 15 maggio al 15 ottobre: le proposte dovranno seguire due tipologie principali, appunto gli eventi, come concerti e rassegne, ma anche gli itinerari, come visite guidate, reading e performance itineranti. Per partecipare occorrerà compilare un modulo dedicato, online a partire dal 23 febbraio sul sito del Comune.

Un innesto di non poco conto quello degli itinerari, che rappresenta una novità per un cartellone che era sopravvissuto negli anni, fino allo stop dettato l'anno scorso  dall'assessora Bruna Gambarelli, poi avvicendata nel recente rimpasto di giunta

Screenshot (494)-3

Un primo consistente banco di prova per Lepore, che non fa mistero di essere tornato sui vecchi passi: "Se una cosa funziona non vedo perché si debba cambiarla" ha osservato il neo-assessore, confidando anche di un suo incontro con il titolare alla Cultura della precedente Giunta Alberto Ronchi, poi silurato da Merola sugli strascichi della vicenda Atlantide.

Una novità comunque c'è, e sono gli itinerari tematici: nei fatti escursioni e performance itineranti per il territorio, a Bologna città ma anche -e soprattutto- in provincia. E' su questo che batte molto Lepore, nell'illustrare il bando: "Ci siamo accorti che queste cose piacciono, anche a chi viene in città a visitarla, e su questo stiamo puntando molto".

Ai progetti vincitori dei bandi infatti verranno concessi spazi pubblicitari e di visibilità per tutta la comunicazione su riviste e piattaforme digitali che si rivolgono al turismo: nei desiderata di Palazzo D'Accursio, anche una decongestione degli eventi nella cerchia dei mille per portare i turisti stranieri anche nella 'bassa' e nell'Appennino. "Tenete conto che tra Bologna e Firenze c'è sì mezz'ora di Alta velocità, ma ci sono anche 5 giorni di Via degli dei" ammicca Lepore alludendo al noto itinerario che segue la strada romana della Flaminia minor, la quale collega i due capoluoghi tra i sentieri nei boschi.

Per quanto riguarda invece la città, location non trascurate saranno indubbiamente via Zamboni e la Montagnola, per le quali il Comune conta sulla collaborazione di associazioni e struttura convenzionate con Palazzo D'Accursio nell'ambito del progetto Rock, senza però scendere troppo nei dettagli. Anche il budget dedicato al bando Bologna Estate rimane ancora Top Secret, anche se Lepore fa sapere che "le attività estive nei quartieri verranno finanziate con 100mila euro dedicati agli eventi in periferia".



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento