rotate-mobile
Cronaca

Boom di turisti a Bologna: "Record presenze e tassa di soggiorno"

Le parole di Giovanni Trombetti, presidente di Bologna Welcome

Basta passeggiare per il centro storico per rendersene conto. I numeri, d'altra parte lo confermano: la macchina turistica bolognese è tornata a correre a pieni giri. A tastare il polso all'industria dell'accoglienza sotto le Due Torri è Giovanni Trombetti, presidente di Bologna Welcome, come riporta l'agenzia Dire.

"Il turismo è ripartito alla grande. Stiamo cogliendo i frutti del lavoro che abbiamo fatto in questi anni", rivendica Trombetti, snocciolando i numeri sulle presenze negli hotel a luglio: il tasso di occupazione si è attestato al 76%, contro il 65% del 2019. Dunque, numeri migliori anche rispetto all'estate prepandemica. E per settembre, quando la città ospiterà eventi sportivi (Coppa Davis) e fieristici (il Sana, su tutti) di caratura internazionale, le previsioni sono positive: "Abbiamo già un'occupazione al 50%, che ci fa pensare bene per il futuro.

"E siamo già al lavoro sul Capodanno", conferma il numero uno dell'agenzia di promozione turistica della città.

"La situazione è in netto miglioramento. A marzo si è invertito il senso di marcia e abbiamo cominciato a registrare degli aumenti dell'occupazione rispetto agli anni precedenti, con giugno e luglio con risultati migliori rispetto al 2019", aggiunge Trombetti, che ricorda il lavoro di promozione che non è interrotto nemmeno durante l'emergenza sanitaria.

"Abbiamo adottato degli strumenti tecnologici che ci hanno consentito di fare un salto di qualità, come la web app MyBologna dove consultare le escursioni disponibili: abbiamo scelto proposte di qualità, con la garanzia che la visita parta anche con un solo iscritto, segno di una destinazione turistica matura che sta avendo risultati migliori rispetto al 2019 anche nel confronto con altre mete", rivendica.

Lepore: "Aumentare la qualità dell'accoglienza"

"Abbiamo un record di presenze di turisti in città e un incasso della tassa di soggiorno come mai da quando l'abbiamo istituita", dichiara il sindaco di Bologna. 

Lepore conferma che si parla di afflussi "record" e sottolinea come questo "significa che Bologna, non appena si è tornati a viaggiare, è diventata di nuovo un punto di riferimento per tanti turisti italiani e stranieri, che raccontano di una Bologna bella e accogliente. Noi dobbiamo competere su questo, se vogliamo continuare ad avere queste risposte dobbiamo aumentare la qualità dell'accoglienza".

Tra i servizi dell'accoglienza "c'è la pulizia, sia dello spazio pubblico sia dei muri- aggiunge Lepore- e su questo l'amministrazione vuole lavorare". Nel frattempo, "il turismo è importante perchè con la tassa di soggiorno ci dà anche le risorse per poterci prendere cura della città e aumentare l'offerta culturale", continua il sindaco, sottolineando che il turismo sta dando anche "una grossa mano al tessuto commerciale che aveva davvero patito in questi due anni".

Questo settore rappresenta "davvero una cartina di tornasole delle potenzialità che Bologna ha, anche a livello metropolitano- conclude Lepore- perchè il turismo che sta arrivando poi visita tutta l'area metropolitana e ci aiuta a contrastare anche le difficoltà occupazionali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di turisti a Bologna: "Record presenze e tassa di soggiorno"

BolognaToday è in caricamento