Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Saragozza / Via Andrea Costa

Scontri Bologna-Verona, Questore: 'Comportamento veronesi inaccettabile'

Tafferugli con le forse dell'ordine e tra tifoserie ieri, prima del match al Dall'Ara iniziato con 20 minuti di ritardo. Il Questore Stingone: "Intervento delle forze dell'ordine ha impedito scontri fisici"

"Il pronto intervento delle forze dell'ordine ha impedito che ci fossero scontri fisici tra le due opposte tifoserie'', così il questore di Bologna Vincenzo Stingone commentando gli episodi del pomeriggio prima della partita al Dall'Ara. Il questore ha anche espresso apprezzamento per ''il comportamento equilibrato e fermo'' degli uomini impegnati nel servizio.

I tifosi del Verona, arrivati in stazione con il treno, circa 700, volevano raggiungere lo stadio a piedi in corteo, ma sono stati convinti solo dopo lunghe discussioni a salire sui bus Tper per essere scortati allo stadio.Giunti a 700 metri dal Dall'Ara hanno obbligato gli autisti a farli scendere e hanno proseguito a piedi e il contatto con gli avversari è stato evitato con azioni di contenimento nei confronti di entrambe le tifoserie. ''E' singolare - ha detto Stingone - che una tifoseria fidelizzata, con tessera del tifoso (come risulta per il gruppo di 700 veronesi - ndr) e che quindi dovrebbe garantire comportamenti civili, abbia invece avuto comportamenti che sono inaccettabili'', sia in stazione che fuori dalla stadio.

PARTITA IN RITARDO. Il fischio d'inizio del match Bologna-Verona è slittato alle 15.20, venti minuti oltre l'orario fissato, per il ritardo dei pullman delle due squadre, in particolare di quello degli ospiti, a causa dei tafferugli tra tifosi e forze dell'ordine fuori dallo stadio, con alcune delle strade chiuse e occupate da polizia e carabinieri schierati per impedire che i supporters arrivassero allo scontro fisico con qualche carica di alleggerimento.

FERITI E CONTUSI. Tre feriti, non gravi, tra gli ultras veneti, portati all'ospedale in ambulanza, con tagli da coltellate e bottigliate, qualche contuso è stato segnalato anche tra le fila dei tifosi rossoblù.

LA RICOSTRUZIONE. Il pullman della squadra scaligera è stato solo rallentato, coinvolto indirettamente e non è stato il bersaglio. Tutto è avvenuto quando mancava un'ora e mezza al fischio d'inizio, nella zona tra via Della Barca, via Porrettana e via Andrea Costa, a 500 metri circa dagli ingressi. All'altezza di via don Sturzo, i tifosi hanno obbligato gli autisti ad aprire le porte e a farli scendere, per proseguire a piedi. Un conducente, colpito da un pugno ed è stato medicato sul posto dal 118. Quando il gruppo di tifosi è arrivato - sempre scortato - ancora più vicino al Dall'Ara, ha trovato i supporter del Bologna 'in attesa'. Il servizio organizzato dalla questura si è frapposto e ha evitato gli scontri. Di conseguenza, il pullman con i giocatori, che arrivava a seguito, è stato obbligato ad un ampio giro per raggiungere gli spogliatoi. Visto l'orario - circa le 14 - le due squadre hanno trovato un accordo per iniziare venti minuti dopo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri Bologna-Verona, Questore: 'Comportamento veronesi inaccettabile'

BolognaToday è in caricamento