rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca Centro Storico / Via dell'Indipendenza

Abusivismo e spaccate, al via le 'ronde' degli esercenti in centro e Bolognina

Sono promosse da Federalberghi e Ascom (Associazione commercianti) per 'pattugliare' le due aree e prevenire abusi e furti

Al via da ieri le "ronde" anti abusivi e per la sicurezza promosse da Federalberghi e Ascom (Associazione commercianti) per 'pattugliare'  via Indipendenza e la Bolognina. Contro venditori abusivi e spaccate, i commercianti vogliono "fare qualcosa di concreto, non solo denunciare, ma anche intervenire". E allora, "sperando che questo porti una riflessione in Comune e in Prefettura, perchè questo è un fenomeno che bisogna assolutamente estirpare", il direttore dell'associazione di categoria, Giancarlo Tonelli ha inaugurato "Confcommercio per la legalità" .

In centro due squadre di vigilantes, a coppie, cammineranno a piedi per individuare e mandare via gli abusivi "segnalandoli, ovviamente alle Forze dell'ordine", spiega Tonelli. Le squadre composte da professionisti (di Sicurcoop, La patria ed Eurodetective), saranno in strada fino a Pasqua compresa, il venerdì il sabato e la domenica, dalle 16 alle 20.

In Bolognina, una coppia di vigilantes sarà invece di pattuglia, in bici e in scooter, ogni notte, da mezzanotte alle cinque, "per un lavoro di controllo che prevenga le spaccate e i furti" per un mese. Si muoveranno anche più volte anche nella stessa zona, precisa il direttore dell'Ascom, per dare un segnale di controllo e per avvisare eventuali problemi e saranno in contatto coi commercianti che potranno dare loro dei suggerimenti raccontando cosa vedono quotidianamente. Dopo l'iniziativa di Natale, con un'azione simile, rimarca Tonelli, "ci schieriamo concretamente e ancora una volta, anche durante l'anno, per dare un segnale forte". Un modo per "sensibilizzare tutti quanti, le Istituzioni, prima di tutto il Comune e la Prefettura, ma anche i cittadini e i turisti, sul fatto che ci sono problemi seri di degrado e anche di abusivismo che vanno combattuti".

Insomma, si tratta di una sorta di "sicurezza partecipata per segnalare meglio alle forze dell'ordine certi problemi", va avanti Tonelli. "Le nostre- ci tiene a sottolineare- non sono ronde", perche'' questa azione, che si colloca nell'iniziativa "Mille occhi per la città", nasce dopo che la Prefettura, assieme al Comune, "aveva chiesto ai privati di concorrere dando un segnale forte. Noi lo facciamo concretamente con la possibilità di operare con personale professionale e specializzato che collabora con le forze dell''ordine". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo e spaccate, al via le 'ronde' degli esercenti in centro e Bolognina

BolognaToday è in caricamento