Bolognina e in Piazza Aldrovandi: sequestrate oltre 500 bottiglie di birra

In frigo e nascoste tra gli scaffali o in un "pozzetto" in mezzo ad altri alimenti

In frigo e nascoste tra gli scaffali o in un "pozzetto" in mezzo ad altri alimenti. Una serie di controlli in tre esercizi commerciali della Bolognina effettuati la settimana scorsa dal reparto territoriale Navile della Polizia Locale hano portato al sequestro di 464 birre, tra bottiglie e lattine, individuando, in un caso, alcune bottiglie all’interno di un frigorifero nascosto nel retro del negozio, mentre in un altro esercizio di vicinato le bevande erano occultate in un frigorifero a pozzetto e altre inserite dentro a borse e cartoni posizionate sopra alle scaffalature.

Tutti e tre i titolari degli esercizi sono stati sanzionati con un verbale da 400 euro.
Nella serata di sabato scorso invece, agenti del reparto Sicurezza della Polizia Locale, impegnati in un controllo anti abusivismo in piazza Aldrovandi, hanno sequestrato 50 bottiglie di birra pronte per essere vendute abusivamente.

L'ordinanza

E' infatti vietato "tenere bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in qualunque sistema e/o apparecchio di refrigerazione e raffrescamento presso i locali di esercizio delle attività allo scopo di venderle in qualsiasi contenitore in tutto il complessivo orario di apertura e per tutto il periodo di durata di validità della presente ordinanza".

Per mancato rispetto degli orari e detenzione bevande alcoliche refrigerate sono previste sanzioni da 300 a 500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento