Cronaca Navile / Via Domenico Zampieri

Raccolta fondi per la Bolognina: maggioranza e opposizione 'a braccetto'

L'assessore Lepore e il consigliere Bernardini a sostegno di una raccolta fondi per la riqualificazione della Bolognina, dopo il grido di aiuto lanciato dal fotografo Michele Bettini derubato a fine novembre

A fine novembre avevano forzato la porta del suo negozio di fotografia in via Zampieri con un piede di porco e rubato merce per migliaia di euro, così è partita una raccolta fondi per contribuire alla riqualificazione della Bolognina, un'iniziativa dal titolo 'Bologna è viva', che si svolgerà a febbraio all'hotel ''Il Guercino'' di via Serra.

Ad annunciarlo ieri proprio nel negozio di via Zampieri l'assessore all'Economia Matteo Lepore, il consigliere comunale Manes Bernardini di 'Insieme Bologna'. Il comitato ''Strade degli artisti della Bolognina'', composto da una trentina di commercianti, e il cui presidente Giancarlo Morisi, titolare dell'hotel ''Il Guercino'', ha dichiarato che è già stata raccolta una piccola somma per aiutare il titolare del negozio, Michele Bettini, mentre l'evento di febbraio "servirà a raccogliere soldi per la riqualificazione del quartiere". 

"Hanno portato via la mia vita" aveva detto Bettini ai cronisti "hanno portato via tutta l'attrezzatura fotografica che mi serve per pagare le tasse, per mantenere la mia famiglia e per avere una dignità di lavoro e di vita". Sfiduciato aveva anche lanciato una stoccata alle istituzioni "non abbiamo nessun aiuto, non è un problema di colori o di politica". 

Così, ha detto Lepore ieri è nata "l'idea della raccolta fondi, perchè dopo il furto in tanti lo abbiamo incontrato per raccogliere il suo appello affinchè le Istituzioni gli fossero vicine" quindi "ci siamo detti che era meglio unirci invece di lavorare divisi".

Secondo Bernardini "è bello che maggioranza e opposizione vadano a braccetto per sostenere iniziative come questa. Da parte nostra quando ci sono idee e proposte serie a difesa della città, da qualsiasi parte provengano, siamo sempre pronti a collaborare".

Fondare il "partito del buonsenso", questa l'idea lanciata proprio da Bettini ieri "senza trincerarsi dietro l'appartenenza a questo o quel partito, come stanno facendo Lepore, Ara e Bernardini" ovvero "le chiacchiere devono finire, e bisogna agire". Il presidente del quartiere Navile Daniele Ara ha sottolineato che "a fianco all'impegno per un maggior presidio del territorio, occorre favorire la rinascita urbanistica e sociale della Bolognina, tenendo questa discussione fuori dal teatrino della politica". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta fondi per la Bolognina: maggioranza e opposizione 'a braccetto'

BolognaToday è in caricamento