rotate-mobile
Cronaca Navile

Cocaina, eroina e tanto denaro: due pusher ammanettati dalla Squadra mobile

Le zona più calde della città vengono controllate in maniera sistematica, con particolare attenzione allo spaccio di stupefacenti

Due uomini sono stati arrestati dagli agenti della Squadra mobile per detenzione ai fini di spaccio di eroina e cocaina. 

Nel primo caso, tramite "Youpol", la app che permette di interagire con la Polizia, è arrivata una segnalazione in merito a una probabile attività di spaccio in via dei Lapidari, nel quartiere San Donato. Gli appostamenti dei poliziotti nella zona hanno permesso di inviduare nella giornata del 21 febbraio la presenza di un sospetto in sella a una bicicletta che cercava di nascondere alcuni involucri vicino ai cestini dell'immondizia. E' stato immediatamente bloccato e trovato in possesso di oltre 12 grammi di cocaina, suddivisa in dosi e 945 euro. Il pusher, cittadino marocchino di 33 anni, già gravato da precedenti, è stato arrestato e verrà processato con il rito direttissimo. 

Sempre gli operatori della squadra mobile, durante un servizio in Bolognina, hanno notato un via vai sospetto in un condominio di in via Andrea da Faenza. Sono quindi entrati all'interno di una abitazione perquisendo i locali e un un italiano 52enne con diversi precedenti. Nell'appartamento sono stati rinvenuti 46 grammi di eroina e 68 grammi di cocaina, oltre a 3700 euro. L'uomo è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio.

Come disposto dalla Prefettura, su indicazioni del ministro dell'interno Matteo Piantedosi, le zona più calde della città vengono controllate in maniera sistematica, con particolare attenzione allo spaccio di stupefacenti. Occhi puntati anche sulla zona stazione, dove da ottobre a oggi sono stati arrestate 11 persone e sequestrato oltre mezzo chilo di droga. 

Controlli straordinari in zona stazione: il bilancio fra arresti, espulsioni e sequestri

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina, eroina e tanto denaro: due pusher ammanettati dalla Squadra mobile

BolognaToday è in caricamento