menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bomba a Rastignano, slitta brillamento: maxi evacuazione spostata al 18 novembre

Per problemi tecnici, la Prefettura ha comunicato che la data prevista per la rimozione della bomba trovata a Rastignano è stata spostata. Evacuazione delle persone che risiedono nella danger zone posticipata di una settimana

A seguito di alcuni problemi tecnici, la Prefettura ha comunicato al Comune che la data prevista per la rimozione della bomba trovata a Rastignano è stata spostata, e l'evacuazione delle persone che risiedono nella danger zone è stata fissata al 18 novembre, non più all'11 come previsto inizialmente".

Il sindaco di Pianoro, Gabriele Minghetti, comunica a BolognaToday che il bomba-day è stato rinviato di una settimana, rispetto alla data diffusa inizialmente. L'ordigno è stato ritrovato sul letto del fiume Savena dall'Autorità di Bacino, durante alcuni lavori di manutenzione delle sponde: si tratta di una bomba aerea di circa 100 libbre, scoperta a ridosso dell'abitato di Rastignano, nei pressi di via del Pero.  Per la sua rimozione, e il successivo trasferimento in un cava in cui sarà fatta brillare, sarà necessario allontanare dalle proprie abitazioni tutti coloro che vivono in una raggio di 1516 metri dal punto di ritrovamento della bomba: raggio nel quale ricadono gli abitanti non solo di Rastignano, ma anche parte di Carteria e Montecalvo. Si tratta di circa 5mila persone in totale, 4mila tra Pianoro e Rastignano e qualche centinaio tra San Lazzaro e Bologna.

Nella "danger zone" anche Bologna e San Lazzaro 

L'annuncio è stato pubblicato anche sul sito ufficiale del Comune di Pianoro: "Per adesso abbiamo pubblicato la nuova data prevista per la rimozione della bomba - conclude il sindaco - ma a breve saranno comunicati tutti i dettagli per l'evacuazione, incluse le indicazioni delle vie interessate e la cartina che mostra l'intera  aresa della danger zone". L'ordigno è più piccolo rispetto a quello scoperto in via Savena, in località Pian di Macina, e rimosso il 2 settembre scorso: in questo caso, infatti, sono stati fatti evacuare tutti i cittadini che rientravano nel raggio di 1840 metri dal punto del ritrovamento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento