Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Sasso Marconi

Trovato ordigno bellico a Sasso Marconi: evacuazione residenti e traffico sospeso il 26 settembre

Bomba da aereo da 500 libbre, munita di doppia spoletta armata di fabbricazione americana, risalente al secondo conflitto mondiale.

Il Comando Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore, nell’ambito di un’operazione di bonifica coordinata dalla Prefettura di Bologna, procederà, nella giornata del 26 settembre 2021, al despolettamento e successivo brillamento una bomba da aereo da 500 libbre, munita di doppia spoletta armata di fabbricazione americana, risalente al secondo conflitto mondiale, rinvenuta nel territorio del Comune di Sasso Marconi. 

Al fine di coordinare le operazioni attinenti alla bonifica del residuato bellico descritto, sarà costituito, in composizione ristretta, il C.O.M. Centro Operativo Misto che si riunirà il giorno stabilito per le operazioni presso la sede del Comune di Sasso Marconi e resterà attivo sino al termine delle operazioni di disinnesco.

Il Prefetto di Bologna Francesca Ferrandino ha diramato agli Enti competenti specifiche disposizioni per definire e coordinare tutte le attività accessorie e complementari, al fine di consentire che la bonifica dell’ordigno bellico si svolga in una cornice di massima sicurezza.

Evacuazione residenti e centro di accoglienza

In relazione alle valutazioni tecniche formulate dalla Forza Armata, la “danger zone” sarà costituita da un’area concentrica avente un raggio di 468 metri dal punto in cui è stato ritrovato l’ordigno e, conseguentemente, sarà necessario procedere all’evacuazione dei residenti con contestuale divieto assoluto di circolazione veicolare e pedonale, dalle ore 08.00 fino a cessate esigenze.

Il provvedimento di sgombero riguarda una ventina di famiglie, per un totale di 50 persone circa) e una decina tra aziende e attività produttive, che hanno ricevuto specifica comunicazione. 
Per i cittadini che dovranno lasciare la propria abitazione, è previsto l’allestimento di un punto di accoglienza presso il Centro sociale “Casa dei Campi” (via Ponte Albano 29), aperto dalle ore 7.00.

Traffico e trasporti 

  • E' stata programmata la sospensione della viabilità autostradale in A1 nel tratto ricompreso fra Sasso Marconi ed il raccordo con il ramo di Casalecchio di Reno, con attivazione della viabilità alternativa sulla strada statale “Porrettana” e l’interdizione della linea ferroviaria “Bologna-Pistoia”, per il tempo necessario all’esecuzione delle operazioni di disinnesco.

Sulla A1 Milano-Napoli, per consentire il disinnesco di un ordigno bellico da parte del Regimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore risalente al secondo conflitto mondiale, rinvenuto al di fuori del sedime autostradale nel territorio del Comune di Sasso Marconi, sarà necessario chiudere, dalle 8:00 alle 12:00 di domenica 26 settembre e comunque fino al termine delle attività, il tratto compreso tra l’allacciamento con il Raccordo di Casalecchio e Sasso Marconi, in entrambe le direzioni, verso Firenze e Bologna. Di conseguenza la stazione di Sasso Marconi sarà chiusa in entrata verso Bologna e la stazione di Sasso Marconi nord sarà completamente chiusa, in entrata e in uscita. Chi percorre la A14 e proviene da Ancona, dovrà uscire obbligatoriamente alla stazione di Bologna Casalecchio; questa stazione sarà, inoltre, chiusa in entrata in entrambe le direzioni, verso la A1 e la A14. Ciò comporterà, sulla Tangenziale di Bologna, l’installazione di una uscita obbligatoria allo svincolo 1 Nuova Bazzanese e, sull’Asse Attrezzato, la chiusura dei due rami di svincolo che conducono all’entrata della stazione.
Contestualmente, saranno chiuse le aree di servizio “Cantagallo ovest” e “Cantagallo est”, situate all’interno del tratto. Si segnala che i parcheggi dell’area di servizio “Cantagallo est” saranno evacuati già a partire dalle 5.00 di domenica 26 settembre.

Rimozione ordigno bellico a Sasso Marconi: stop treni il 26 settembre

  • Dalle 7.00 scatterà il blocco totale della circolazione all'interno della "danger zone". Fino al termine delle operazioni di disinnesco, saranno chiuse al traffico: la SP 37 Ganzole, via Gamberi, la Nuova Porrettana tra gli svincoli di Sasso Marconi e San Lorenzo, l’autostrada A1 tra i caselli di Sasso Marconi e Casalecchio di Reno. 
  • Chiuso un tratto della strada provinciale SP 37 “Ganzole” nel comune di Sasso Marconi. Dalle 8 alle 12 non sarà percorribile il tratto dal km 6+500 al km 8+450. Il traffico in entrambi i sensi di marcia sarà deviato sulla strada provinciale SP 58 “Pieve del Pino” e sulla strada comunale via Val di Setta.

Rimangono comunque percorribili, via Porrettana storica (via Kennedy a Sasso Marconi) in direzione Casalecchio di Reno - Porretta Terme, la SS64 (con uscita su via San Lorenzo - via Ponte Albano a Sasso Marconi) in direzione Casalecchio di Reno - Castiglione dei Pepoli e la SP 58 (da Pian di Macina) in direzione Pianoro - Castiglione dei Pepoli.

Informazioni e aggiornamenti operazioni

Il termine delle operazioni di disinnesco e rimozione dell’ordigno è previsto entro le ore 12 (salvo complicazioni tecniche). 
Nella giornata di domenica 26 settembre, su questa pagina web e sui canali social del Comune - la pagina Facebook Comune di Sasso Marconi e il profilo Instagram Comune Sasso Marconi - verranno forniti aggiornamenti in tempo reale sull’andamento delle operazioni.

foto archivio 

Disinnesco bomba Sasso Marconi: chiuso tratto della A1, il 26 settembre

Traffico,  a Sasso Marconi chiusura temporanea della SP 37 "Ganzole" per disinnesco bomba

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato ordigno bellico a Sasso Marconi: evacuazione residenti e traffico sospeso il 26 settembre

BolognaToday è in caricamento