Cronaca

Covid, Bonaccini: "In Emilia-Romagna calano contagi, ricoveri e terapie intensive"

Il presidente della Regione fa il punto anche sulle aperture in vista del Natale e sul vaccino

"Oggi daremo i dati della giornata di ieri: in Emilia-Romagna ci sono 400 contagiati in meno, abbiamo addirittura il segno meno nei ricoverati sia in terapia intensiva che in reparti Covid. Le misure restrittive stanno cominciando a funzionare".

Così il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, ospite oggi in collegamento con Unomattina, su Raiuno, intervenuto per fare il punto sull'epidemia da coronavirus. Tra gli argomenti affrontati, le aperture in vista delle festività natalizie e il vaccino: "Nei prossimi giorni partirà in due ospedali dell'Emilia-Romagna (il Policlinico di Modena e il Sant'Orsola di Bologna) la sperimentazione di uno dei vaccini anti-Covid, quello di Oxford AstraZeneca, giunto alla fase tre".

Fin da ora il presidente della Regione Stefano Bonaccini si raccomanda perché tutti i cittadini si vaccinino, quando il siero sarà finalmente a disposizione. "Speriamo - ha detto Bonaccini- di dare un nostro piccolo contributo. Dico a tutti: ci si vaccini quando sarà disponibile, perché è la migliore opportunità che ci verrà offerta per uccidere definitivamente il virus".

Aperture a Natale: "Ma in sicurezza"

Su un allentamento delle misure anti-Covid nel periodo di Natale "si sta valutando, avremo una conferenza delle Regioni la prossima settimana". Ma Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, torna ad invitare alla cautela. "Credo - dice - che occorra contemperare due esigenze, da un lato evitare chi diventi una pandemia economica e sociale, ma certamente va evitato il liberi tutti, perché siamo ancora dentro la curva pandemica".

Ma soprattutto per Bonaccini c'è ancora tutto il tempo per decidere. "Il tutto - sottolinea infatti il governatore - andrà valutato rispetto al reale andamento. Siamo ancora a fine novembre, ci sono ancora un po' di giorni per valutare quale può essere la condizione di equilibrio migliore, mettendo la salute al primo posto. Se qualche apertura ci può essere va fatta nella miglior sicurezza possibile". (Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Bonaccini: "In Emilia-Romagna calano contagi, ricoveri e terapie intensive"

BolognaToday è in caricamento