Cronaca

Vaccini, presto gli hub aziendali: da giugno coinvolte anche le farmacie

"Ci saranno hub vaccinali in tutte le province, dove le aziende vaccineranno dipendenti e loro famigliari",

"Il cambio di passo si vede le forniture cominciano a essere più sostenute di prima. Proprio oggi supereremo nella regione 2 milioni di somministrazioni. Confidiamo che, se tutto viene mantenuto, entro fine estate tutti gli emiliano-romagnoli saranno vaccinati con la seconda dose". Lo ha detto il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, oggi su Rai 1: "Il problema non è l'organizzazione, sono le dosi". 

Nella campagna vaccinale "all'inizio prossimo mese cominceranno ad essere coinvolte anche le farmacie" ha assicurato Bonaccini, oltre alla partenza degli hub aziendali per fine maggio: "Ci saranno hub vaccinali in tutte le province, dove le aziende vaccineranno dipendenti e loro famigliari", sottolinea il governatore, parlando anche in Assemblea legislativa durante la sessione europea.

Le somministrazioni nelle aziende erano state annunciate anche dall'assessore regionale alla sanità, Raffaele Donini: "Abbiamo scelto di non di agire nella dispersione - spiega - quindi no a centinaia di piccoli hub, ma la concentrazione in alcune decine di punti aziendali, con l'obiettivo di 500 dosi al giorno, indipendentemente dalle fasce di età. L'hub aziendale inoltre entrerà a far parte della rete vaccinale di servizio pubblico". 

Donini spiega che i centri di vaccinazione aziendale che resteranno aperti fino a fine luglio "in base a un concetto di responsabilità sociale, sono rivolti alla popolazione lavorativa, ma devono anche garantire la vaccinazione delle altre categorie economiche. Il personale è indicato, reperito e finanziato dalle imprese stesse diventando parte integrante della rete dei centri vaccinali dell'Emilia-Romagna". 

"Abbiamo dimostrato che avevamo ragione quando dicevamo che non mancava la nostra buona organizzazione, mancavano le dosi. Oggi cominciano ad arrivare dalle dosi e speriamo sia il segno poter uscire entro pochi mesi in questo incubo". Col vaccino, continua Bonaccini, "le cose stanno andando meglio, l'Emilia-Romagna è una delle regioni più efficaci ed efficienti, l'andamento complessivo della curva epidemiologica speriamo prosegua nelle prossime settimane per poter vedere riaperte attività da troppo tempo chiuse".

Bonaccini nel mirino dei no-vax: "Collaborazionista della dittatura nazi-sanitaria”

Bollettino covid 11 maggio: +456 nuovi casi in Regione, 154 sono a Bologna. Ricoveri in calo

Commissione salute, l'Emilia-Romagna alla guida nazionale delle regioni con l'assessore Donini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, presto gli hub aziendali: da giugno coinvolte anche le farmacie

BolognaToday è in caricamento