Coronavirus, l'assessore Corsini: "Boom auto nella fase 2 da evitare, risarciremo pendolari"

La Regione sta avorando insieme al Governo per risarcire gli abbonati che non hanno potuto sfruttare tutto o in parte il loro abbonamento a causa dell'epidemia. L'idea è quella di un fondo per risarcire i pendolari

La Regione Emilia-Romagna prevede che quando il lockdown finirà, almeno in una prima fase, le auto verranno preferite al mezzo pubblico per la maggiore sicurezza del mezzo privato da possibili contagi. "Dovremo lavorare per evitarlo", risponde l'assessore regionale ai Trasporti Andrea Corsini a chi manifesta questo timore, durante il filo diretto con la giunta di oggi via Lepida e Facebook.

"Forse nella prima fase - conferma Corsini - potrà esserci un aumento delle auto, ma dovremo evitare che l'auto diventi il mezzo principale di collegamento". Treni e bus, ovviamente, sono caduti in 'disgrazia' con l'epidemia di coronavirus e anche la cosiddetta fase 2 alle porte, quella in chi si dovrà convivere col Covid-19, non sembra molto propizia per il mezzo collettivo.

Corsini però conferma che si sta lavorando insieme al Governo per risarcire gli abbonati che non hanno potuto sfruttare tutto o in parte il loro abbonamento proprio a causa dell'epidemia. L'idea è quello di un fondo che sarà a disposizione delle Regioni a questo scopo, risarcire i pendolari.

"Restituiremo le risorse spese oppure trasleremo in avanti questi abbonamenti quando riapriranno le scuole e le attività lavorative per compensare quanto perso". Ma proprio la riapertura delle scuole, se sarà fatta con i doppi turni per limitare il numero degli studenti nelle aule, potrebbe causare altri guai al trasporto pubblico che "dovrà essere tarato sulle nuove esigenze. Non sarà semplice", avverte l'assessore. (Dire)

Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 14 aprile: + 312 casi, salgono le guarigioni, giù i ricoveri 

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 14 aprile: nessun nuovo contagio a Imola

La speranza viene dall'eparina: via al test in Emilia-Romagna

Coronavirus, ordinanza di Bonaccini: lockdown prorogato al 3 maggio, librerie non riaprono a Medicina

Coronavirus, i chirurghi del Policlinico: "Noi medici di forza ne abbiamo finché vogliamo" | VIDEO

Coronavirus, la benedizione di Zuppi a San Luca: "Che questo segno di speranza arrivi a tutti" | VIDEO

Coronavirus, a Bologna 100mila mascherine: la consegna da martedì 14 aprile in farmacia

Coronavirus, la via crucis di Zuppi al Sant'Orsola: "Le stazioni sono scritte da sanitari e pazienti"

Coronavirus, Venturi: "A Pasqua e Pasquetta stiamo a casa, c'è da soffrire ancora un po'" | VIDEO

Le misure dalla Regione a sostegno di famiglie, imprese, studenti e lavoratori. Investimenti per 320 mln

Mascherine gratis ai cittadini, c'è chi parte con la consegna porta a porta

Coronavirus, 320 milioni per l'emergenza: "Bonus di 1000 euro a tutti i sanitari"

Coronavirus, dalla Regione bando per medici e infermieri all'estero

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento