menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botte, urla e insulti razzisti ai bambini stranieri, in manette maestra di asilo a Imola

Una insengante di 55 anni arrestata e indagata per lesioni e maltrattamenti su minori

Una insegnante di scuola di infanzia, O.Z. di 63 anni è stata arrestata nel corso delle indagini che la vedono accusata di lesioni personali aggravate e maltrattamenti su minori. Il provvedimento è stato disposto dalla giudice Rita Zaccariello su richiesta della pm Manuela Cavallo.

I fatti contestati risalgono almeno fino al 2015 e sono andati avanti fino al 2018, in un asilo di Imola. In più occasioni, si legge nell'ordinanza di custodia cautelare, la maestra avrebbe con schiaffi, strattoni e pizzicotti provocato lesioni a bambini dai tre ai cinque anni.

Nella maggior parte dei casi i bambini bersaglio delle vessazioni i figli erano di genitori stranieri e la maestra non si sarebbe risparmiata epiteti e insulti razzisti e discriminatori, oltre alle violenze fisiche.

Già segnalata all'ufficio scolastico regionale nel 2016 per le sue condotte, la Procura viene interessata del caso con un esposto nel 2017, al termine dell'anno scolastico. E' qui che emerge il quadro grave, con bambini che tornano spesso a casa con dei lividi. L'attività investigativa ha poi permesso di ricavare anche intercettazioni ambientali, che hanno confermato il già grave quadro indiziario. La donna ora è agli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento