Stazione di Budrio: nessun assalto ma 'solo scambio di auto'

Un giovane aveva raccontato che il suo veicolo era stato preso d'assalto da un gruppo di stranieri. La cooperativa: 'Avevano un appuntamento con un operatore così si sono diretti verso un'auto parcheggiata'. Ora invitano il proprietario dell'auto nella struttura che li accoglie

Uno scambio di automobile. Questo sarebbe accaduto ieri sera, alla Stazione di Budrio, dove un giovane aveva raccontato a Budrio Next che il suo veicolo era stato preso d'assalto da un gruppo di ragazzi stranieri.

A chiarire l'episodio in una nota è la cooperativa sociale Camelot: un gruppo di sette ragazzi, accolti presso la struttura per minori stranieri non accompagnati di Vedrana, è arrivato in stazione, chi a piedi chi con il treno delle 19.17 da Bologna, per essere ricondotto in struttura. 

I ragazzi avevano un appuntamento con un operatore della cooperativa, così si sono diretti verso un’auto parcheggiata davanti alla stazione scambiandola per quella che doveva prelevarli: "I ragazzi hanno provato a salire sull’auto perché pioveva, quando sono stati raggiunti dal legittimo proprietario e, capito l’equivoco, si sono allontanati", ma poco dopo è arrivato l’operatore che ha caricato un primo gruppo di quattro ragazzi, per poi tornare, in un momento successivo, a prendere gli altri, che hanno trovato riparo sotto una pensilina: "Questi ultimi - aggiunge Camelot - durante l’attesa, hanno poi prestato soccorso ad un automobilista che ha chiesto il loro aiuto per far ripartire l’auto in panne". La nota di chiarimento è stata pubblicata anche sul sito del Comune di Budrio. 

Nessuna intenzione malevola dunque, non avendo capito da subito che il loro gesto poteva essere mal interpretato e "quando questo è stato loro spiegato dagli operatori della cooperativa, si sono detti molto dispiaciuti e invitano, assieme alla cooperativa Camelot, nella struttura che li accoglie, il proprietario dell’auto sulla quale hanno erroneamente provato a salire per chiarire il malinteso e porgere personalmente le loro scuse". 

La cooperativa Camelot e i ragazzi fanno sapere di restare a disposizione delle forze dell’ordine oltre che dei cittadini e delle istituzioni per fornire ogni ulteriore chiarimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

Torna su
BolognaToday è in caricamento