Cronaca

A Budrio la prima iscrizione al Registro delle Unioni Civili, Pierini: "Passo avanti"

La coppia si è iscritta sulla base dei requisiti necessari come il vincolo affettivo e la coabitazione. Il sindaco: "Per la nostra amministrazione un segnale molto forte, simbolico e formale"

Budrio: si è svolto lunedì scorso in sala consigliare, alla presenza del Sindaco Giulio Pierini e dell’ufficiale di Stato Civile, la prima iscrizione al Registro delle Unioni civili, registro deliberato dal Consiglio Comunale lo scorso 4 aprile. La coppia si è iscritta sulla base dei requisiti necessari come il vincolo affettivo e la coabitazione "Sono molto felice di questa prima iscrizione – ha dichiarato il Sindaco Pierini – perché l’istituzione del registro è per la nostra amministrazione un segnale molto forte, sia simbolico sia formale, che si vuole inviare al Parlamento affinché si acceleri il dibattito su alcune proposte di legge per arrivare a quanto già istituito in altri paesi europei come la Spagna e la Francia per il matrimoni di coppie formate da persone dello stesso sesso".

UNA BATTAGLIA CHE BUDRIO PORTERA' AVANTI. "Attraverso di voi che avete inaugurato le iscrizioni – ha ribadito il Sindaco rivolgendosi alla coppia – spero che il messaggio arrivi anche a tutte quelle coppie che desiderano usufruire a Budrio di questa opportunità. E’ una battaglia che desideriamo portare avanti per agevolare un dibattito che si sta rivelando esasperato per qualcosa che è invece assolutamente normale e voi ne siete la testimonianza più efficace".

UNA CERIMONIA ALLA PRESENZA DEGLI AMICI. La piccola cerimonia si è svolta con la partecipazione di alcuni amici della coppia che li hanno accompagnati in questo momento importante della loro vita, in un’atmosfera carica di emozione. Il Sindaco nel congedare la coppia ha anche ricordato come il Comune di Budrio, con altre iniziative analoghe quali l’istituzione della Dichiarazione anticipata di trattamento (testamento biologico) e la recente attribuzione della cittadinanza onoraria ai ragazzi stranieri che hanno terminato il ciclo di studio delle scuole elementari e medie, si pone l’obiettivo, nel limite delle sue competenze e possibilità, di costruire una società più giusta e aperta, una società in cui siano garantiti nuovi diritti e nuove opportunità. Continuiamo a batterci – ha concluso il Sindaco – e ogni iniziativa riuscita come questa sarà un piccolo ma decisivo passo verso una società in cui lo Stato e le istituzioni danno pieno riconoscimento a chi oggi è inascoltato e escluso.

Nella foto il Sindaco Giulio Pierini firma il certificato di iscrizione della coppia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Budrio la prima iscrizione al Registro delle Unioni Civili, Pierini: "Passo avanti"

BolognaToday è in caricamento