Cronaca Savena / Via Augusto Murri

Bullismo al femminile: aggredirono coppietta, tradite da Facebook

Ad inchiodare 2 baby-bulle le tracce lasciate sul social-network. Hanno 14 e 15 anni e furono autrici, insieme ad una complice, di un'aggressione a scopo di furto ai Giardini Margherita

Sono stati i contatti su Facebook a tradire due minorenni bolognesi responsabili, insieme ad una 17enne già intercettata e arrestata ai domiciliari, dell'aggressione a scopo di rapina il 4 maggio scorso ai danni di una coppia di fidanzatini ai Giardini Margherita. Ora le due studentesse, 14 e 15 anni, sconteranno la loro pena andando venendo collocate in comunità.

INCHIODATE DA FACEBOOK - Il commissariato Due Torri-San Francesco è risalito alle bulle attraverso l'unica traccia lasciata, ovvero gli pseudonimi che utilizzavano per andare su Facebook. Così attraverso un meticoloso studio, portato avanti dalla polizia postale, le ragazzine sono state intercettate.

BULLISMO AL PARCO - Le tre “baby-bulle” furono autrici di un episodio di gratuita violenza: volarono insulti, spintoni, poi una sigaretta bruciata sul collo per rubare un Ipod, subito dopo distrutto e buttato via per sfregio. I due malcapitati, aggrediti e molestati, avevano sporto denuncia subito dopo l’accaduto: ma nell’immediato i militari riuscirono a risalire solo ad una delle componenti della “gang”. Nei guai, all’indomani del fatto, finì una 17enne bolognese, che fu denunciata per rapina in concorso e lesioni personali.

 

 

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bullismo al femminile: aggredirono coppietta, tradite da Facebook
BolognaToday è in caricamento