rotate-mobile
Cronaca

'Bullismo' a scuola: ragazzino aggredito e umiliato, famiglia denuncia

Ferito con un taglierino, chiuso in bagno, filmato e vessato da compagni. Questa la triste vicenda nella quale si sarebbe trovato uno studente di un istituto professionale

Episodi di bullismo in un istituto professionale della provincia bolognese. La denuncia parte dalla famiglia di un ragazzino di 16 anni e fa riferimento a diversi episodi di vessazione, verificatisi tra ottobre e gennaio scorsi.

Il ragazzino sarebbe stato prima ferito con un taglierino alla gola, qualche giorno dopo sbattuto a terra, riportando un trauma cranico, e, in un’altra circostanza, chiuso in bagno e vessato dai compagni, che nel frattempo filmavano la scena con i loro telefonini. Riprese che poi in diversi si sarebbero passati, di smartphone in smartphone.

Dopo quest’ultimo episodio, svoltosi a fine del mese scorso, la famiglia della vittima ha sporto denuncia contro i ‘bulli’. Il legale Lorenzo Catozzi tiene a precisare che con questa denuncia la famiglia 'non pretende nulla di più se non che venga fatta giustizia sociale'. Proprio perchè, come noto, in circostanze come questa si innesca un meccanismo psicologico complesso: le vittime hanno paura e spesso provano vergogna, faticando a raccontare quanto subiscono persino alla loro stessa famiglia.

Sul fatto indagano i carabinieri, che mantengono stretto riserbo circa la vicenda. Si dovrà appurare anche il ruolo della scuola, che – se le accuse si dimostrassero fondate – non avrebbe saputo tutelare il minore, come riferisce il legale della famiglia, che al Resto del Carlino ha raccontato che prima della denuncia, la situazione era stata segnalata alla dirigenza scolastica, chiedendo che si attivasse affinché non si verificassero più certi episodi, ma gli atti di violenza sarebbero continuati. 

UN SMS PER BLOCCARE I 'BULLI'. #NoBullsBologna, incontri pubblici contro il bullismo e il cyberbullismo
Non sono rari, purtroppo, i casi di ragazzini presi di mira da compagni, sottoposti a umiliazioni e vessazioni, che possono a volte avere anche risvolti tragici. Per arginare il fenomeno, la Polizia di Stato ha anche attivato un servizio sms che consente al cittadino di dialogare con le Forze dell’Ordine in maniera veloce e immediata. E' sufficiente inviare un SMS al numero verde 43002 per segnalare episodi di bullismo (e anche di spaccio di sostanze stupefacenti nelle scuole e nelle immediate adiacenze). Il messaggio, che dovrà contenere l’indicazione della Provincia nella quale si è verificato l’evento da segnalare, arriverà direttamente alla Sala Operativa della Questura permettendo così un tempestivo intervento da parte della Polizia di Stato o dell’Arma dei Carabinieri. Il servizio è del tutto gratuito e dedicato a tutta la cittadinanza, agli insegnanti, ai genitori e soprattutto agli stessi giovani. Le segnalazioni inviate con SMS verranno trattate nel rispetto della privacy.“

 

Potrebbe interessarti: https://www.bolognatoday.it/cronaca/NoBullsBologna-bullismo-cyberbullismo-bologna-incontri.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Bullismo' a scuola: ragazzino aggredito e umiliato, famiglia denuncia

BolognaToday è in caricamento